Mercoledì, 22 Settembre 2021
Politica

"Basta strade colabrodo", accordo Regione-ex Province per una "nuova" rete viaria

Il piano d'azione prevede decine di interventi di ripristino e messa in sicurezza di quelle arterie divenute fatiscenti. Musumeci: "Non abbiamo competenza diretta sulla viabilità locale ma la condizione disastrosa in cui si trova non può essere ulteriormente tollerata"

strada provinciale franata a Castelbuono - foto archivio

Polizzi, Cerda, Castelbuono, Castronovo. E' solo l'inizio di un lungo elenco di realtà del Palermitano che quotidianamente devono fare i conti con una rete stradale carente, che comporta disagi per i residenti e progressivo impoverimento del tessuto economico. In loro aiuto la Regione sta lavorando a una convenzione ad hoc con le ex Province. Lo scopo è quello di ripristinare, quanto prima, una rete di strade provinciali efficiente e sicura.

Il piano d'azione prevede decine di interventi di ripristino e messa in sicurezza di quelle strade provinciali divenute nel tempo un colabrodo. Sarà firmato dal presidente della Regione Nello Musumeci, dall'assessore alle Infrastrutture Marco Falcone e una rappresentanza dei commissari straordinari Liberi consorzi di Comuni. Presenti anche il segretario generale della Presidenza della Regione Maria Mattarella, il dirigente generale del dipartimento regionale delle Infrastrutture, Fulvio Bellomo, e il capo dell'Ufficio speciale per la progettazione, Leonardo Santoro..

"La drammatica condizione in cui da troppo tempo si trovano ormai le ex Province - sottolinea Musumeci  - impone al governo della Regione la necessità di sostituirsi all'ente intermedio nella riqualificazione della rete viaria. Com'è noto, la Regione non ha alcuna competenza diretta sulla viabilità locale se non quella della pianificazione. Però, la condizione disastrosa in cui si trovano le arterie provinciali non può essere ulteriormente tollerata. Con la convenzione concordata in questo incontro solleveremo di gran parte dei problemi le ex Province e metteremo le strutture della Regione in condizione di intervenire in maniera concreta con un Piano per la viabilità che in tempi celeri dovrà avviare i cantieri in almeno decine di arterie".

Per l'assessore regionale alle Infrastrutture, Marco Falcone "questa nostra collaborazione accelererà di gran lunga i tempi, perché le Province hanno due tipi di problemi, da un lato quello della mancata possibilità di accertamento delle somme in entrata, non avendo i bilanci approvati, e poi una carenza di personale".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Basta strade colabrodo", accordo Regione-ex Province per una "nuova" rete viaria

PalermoToday è in caricamento