Lunedì, 14 Giugno 2021
Politica

Regione, Crocetta: "Il bilancio è salvo, la Corte dei Conti ha respinto l'impugnativa"

A rivolgersi ai giudici di Roma era stato il procuratore generale di Palermo Pino Zingale, ravvisando delle irregolarità. Il governatore: "Coloro che in questi mesi ci hanno attaccato sul bilancio, chiedano scusa ai siciliani”

Rosario Crocetta

“La Corte dei Conti di Roma ha respinto l'impugnativa del consuntivo 2016 che era stata richiesta dal procuratore generale di Palermo Pino Zingale". Lo annuncia, con una nota, il presidente della Regione Siciliana Rosario Crocetta. 

Lo scorso 30 giugno, il pg aveva dichiarato "irregolare" il bilancio di Palazzo d'Orleans, facendo slittare il giudizio di parifica. I giudici contabili avevano concesso 10 giorni di tempo alla Regione per correggere alcuni elementi del bilancio. Nell’udienza del 19 luglio, malgrado le critiche della Procura, la Sezione di controllo aveva dato il via libera al rendiconto (pur chiedendo alcuni ritocchi da fare entro sei mesi) e Zingale aveva presentato ricorso.

Crocetta non nasconde la sua soddisfazione per la decisione delle toghe di Roma. Secondo il governatore "è la prova certa della verità dei nostri conti. Abbiamo salvato i conti della Sicilia, abbiamo trovato una Regione ai limiti del dissesto e consegniamo al nuovo governo un bilancio in attivo, 1500 opere programmate in Sicilia per gli investimenti, una programmazione europea avviata, un accordo con lo Stato che si traduce in 2 miliardi di euro in più ogni anno per il nostro bilancio. Tutto questo per continuare un processo di sviluppo già  avviato. Coloro che in questi mesi ci hanno attaccato sul bilancio, chiedano scusa ai siciliani”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regione, Crocetta: "Il bilancio è salvo, la Corte dei Conti ha respinto l'impugnativa"

PalermoToday è in caricamento