Politica

Pistorio chiede scusa per frasi scurrili, Crocetta: "Assessore omofobo è un problema"

In alcune intercettazioni fatte dagli inquirenti durante l'indagine "Mare nostrum" l'assessore alle Infrastrutture fa riferimento al Governatore usando "parole forti". Poi le scuse: "Battute da caserma". Ma la frattura sembra insanabile: "Battiato si è dimesso per molto meno"

Cronaca e politica ancora una volta si fondono e danno vita a una nuova polemica che trova linfa tra i corridoi di Palazzo d'Orleans, ma anche del tribunale. A innescare la miccia sono state alcune intercettazioni fatte dagli inquirenti durante l'indagine "Mare nostrum" che ha portato alla luce episodi poco chiari nel settore dei trasporti marittimi e che vede indagato, tra gli altri, anche il presidente della Regione Crocetta.

In alcune frasi captate, l'assessore alle Infrastrutture Giovanni Pistorio definiva "un capriccio" la volontà di Crocetta di prolungare i collegamenti in aliscafo per Filicudi, parlando di interessi sentimentali del governatore e usando termini scurrili. "Come fa un assessore omofobo a stare in giunta con un presidente gay? A Pistorio porrò questo problema - dice Crocetta all'Ansa -. Sto riflettendo, Pistorio chieda di essere assunto da Trump. Se un assessore dice che volevo andare a Filicudi per farmela mettere nel... è un po' troppo. Dopo la pubblicazione di quelle intercettazioni non mi ha chiesto scusa, né in privato né con una nota pubblica. E' evidente che Pistorio con me non abbia un buon rapporto - conclude - come è altrettanto evidente che il rapporto tra il presidente e il suo assessore dovrebbe basarsi sulla fiducia".

La risposta è arrivata a stretto giro, con le scuse formali. Pistorio parla di "battute da caserma sui gay che sono state intercettate durante una conversazione privata". I due litiganti si sono incontrati primo pomeriggio di oggi. Ma sembra che il clima non sia per nulla disteso e che la vicenda sia solo al primo atto. "Una riflessione su Giovanni Pistorio e le sue parole intercettate - dice Crocetta - va fatta anche con le forze politiche di governo. A Pistorio ho solo chiesto spiegazioni rispetto al suo linguaggio. E mi pare giusto che mi prenda una pausa di riflessione. Leggere quel dialogo - dice Crocetta - mi ha causato grande sofferenza, sono stato tirato in ballo per un pettegolezzo da bar, per cose che non ho mai fatto, come dimostrato dalla stessa inchiesta visto che eravamo in qualche modo tutti intercettati. Dalle carte non emerge alcun mio comportamento di quel tipo, quello che è stato scritto da alcuni media è stato desunto dalle frasi pronunciate da Pistorio. Battiato si dimise da assessore per molto meno, parlando di prostituzione in politica e quelle frasi furono interpretate come un'offesa alle donne".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pistorio chiede scusa per frasi scurrili, Crocetta: "Assessore omofobo è un problema"

PalermoToday è in caricamento