rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Politica

La Regione finanzia un evento in Francia, è polemica: "Volano milioni a Cannes e Schifani non sa nulla"

La rassegna 'Sicily, Women and Cinema' (da 3,7 milioni euro) si trasforma in un caso. Il governatore, che si dichiara sorpreso, ha chiesto chiarimenti all'assessore Francesco Scarpinato. Sicilia Vera e Sud chiama Nord intanto hanno presentato un'interrogazione all'Ars

La Regione siciliana ha rifinanziato, per il secondo anno consecutivo, la rassegna 'Sicily, Women and Cinema' che si tiene a Cannes. "Aumentando i soldi a disposizione della Absolute Blue di cui è amministratore delegato, una società con sede a Kehlen (Lussemburgo) in Zone Industrielle 25: dai 2,2 milioni del 2022 si passa a 3 milioni e 750 mila euro dell'edizione di quest' anno", come riporta oggi il quotidiano La Sicilia. "L'assessorato al Turismo, retto dal meloniano Francesco Scarpinato, ha dato il via libera al progetto con un decreto firmato dal dirigente del Turismo ad interim Franco Fazio e dal responsabile del servizio Film Commission Nicola Tarantino. L'atto è del 30 dicembre, ultimo giorno utile per destinare le risorse del Piano Sviluppo e Coesione già deliberate dalla giunta per tale scopo".

Una notizia che ha fatto cascare dalle nuvole il governatore siciliano Renato Schifani. "Il governatore ha saputo da un articolo pubblicato oggi da un quotidiano siciliano - si legge in una nota - del finanziamento della Regione dell'evento 'Sicily, Women and Cinema' a Cannes. Il presidente Schifani ha inviato una lettera all'assessore regionale del Turismo, Sport e Spettacolo Francesco Scarpinato con la quale invita "a fornire tutti i dettagli con la documentazione degli atti rispetto alle determinazioni assunte".

Nell'articolo de La Sicilia si legge: "Certo, le perplessità sui costi vivi dell'operazione restano. Oltre 311mila euro per lo 'shooting' fotografico (da realizzare in Sicilia) affidato al fotografo Moja, ma soprattutto 2,7 milioni per gli eventi a Cannes. Di cui 920 mila euro per l'allestimento di "Casa Sicilia" all'hotel Majestic, dove - si legge nel contratto - sarà persino 'realizzata una sala Vip destinata a ricevere, in un contesto di maggiore riservatezza e tranquillità, gli artisti'. Altri 511 mila euro se ne andranno per 'animazioni, conferenza stampa e consumi', 306mila per i pannelli pubblicitari e, oltre a circa 790 mila euro di manodopera complessiva, 30 mila saranno usati per coccolare gli «ospiti della Regione Siciliana".

"Le 'agency fee' (spese d'agenzia) dichiarate sono l'8%: circa 227mila euro - si legge ancora nell'articolo firmato da Mario Barresi -. Niente male per una 'società di brand activation' a cui vanno soldi pubblici con 'procedura negoziata senza previa pubblicazione del bando' perché 'esclusiva titolare del format Women and Cinema' con annessi 'eventi di comunicazione e promozione' a Cannes. Sul database "D&B-Hoovers", La Sicilia ha tracciato il profilo di un'azienda con quattro dipendenti e un asset (da non confondere col fatturato) di un milione e un patrimonio netto di 300mila euro nell'ultimo bilancio disponibile, quello al 31 dicembre 2020, da cui si evincono una significativa liquidità e un alto indebitamento a lungo termine. In sintesi: una società poco capitalizzata, dunque di fatto un veicolo giuridico costituito in Lussemburgo per gestire attività finanziarie, non di produzione di servizi".

E piovono critiche. Così Danilo Lo Giudice, coordinatore dei gruppi all'Ars di Sicilia Vera e Sud chiama Nord: "Sembra surreale che il presidente Schifani non solo si dica sorpreso della mostra a Cannes della quale pare abbia appreso dai giornali, ma addirittura annuncia che chiederà chiarimenti. Quando ho letto le dichiarazioni pensavo di essere di fronte ad una nota dell'opposizione e invece erano proprio di Schifani. Il presidente deve dirci a questo punto se vive nel Palazzo del governo regionale, parla con i suoi assessori o forse pensa di essere ancora a Roma?". 

I due gruppi - Sicilia Vera e Sud chiama Nord - hanno presentato un'interrogazione all'Ars. "Siamo di fronte ad uno spreco di risorse pubbliche incredibile - afferma Lo Giudice - Per promuovere la Sicilia a Cannes quest'anno serviranno ben 3,7 milioni di euro e dobbiamo sentire il presidente Schifani affermare che non ne sapeva nulla. Ci sono più aspetti che non tornano in questa vicenda: dalla storia della società a cui sono state destinate le risorse al fatto, piuttosto anomalo, di aver scelto di affidare questi soldi senza alcun bando. Troppo comodo oggi fare Alice nel Paese delle meraviglie. Da un presidente della Regione ci aspettiamo altro. Ci aspettiamo risposte e soprattutto ci aspettiamo che sappia come vengono spesi i soldi dei siciliani".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Regione finanzia un evento in Francia, è polemica: "Volano milioni a Cannes e Schifani non sa nulla"

PalermoToday è in caricamento