Politica

Dopo Bianchi si dimette Bartolotta, non mollano Scilabra e Lo Bello

Lascia l'assessore regionale alle Infrastrutture, in quota al Pd: ha annunciato di voler fare un passo indietro rispondendo alla richiesta del partito. La lettera con cui formalizza l'addio è stata consegnata a Lupo: "E' stato un gesto di pace"

E alla fine si è dimesso anche l'assessore alle Infrastrutture, Nino Bartolotta, in quota al Partito Democratico. La Regione perde pezzi. Dopo Luca Bianchi, Bartolotta, espressione della corrente del Pd che fa capo a Francantonio Genovese, ha seguito lo stesso iter del suo ex collega di giunta. Ha scritto una lettera al presidente della Regione al segretario del partito, Giuseppe Lupo, e ha salutato. Le dimissioni arrivano dopo quelle rassegnate nei giorni scorsi da Luca Bianchi, ed erano già state sollecitate dai democratici dopo lo strappo delle scorse settimane, culminato con il ritiro del sostegno all'esecutivo.

Gli altri due assessori in quota Pd, invece non mollano e restano saldamente in giunta. Nelli Scilabra (alla Formazione) e Mariella Lo Bello (Ambiente) sembrano a questo punto le più decise a disobbedire al partito. Se ne saprà di più giovedì prossimo. Il 10 ottobre infatti il governatore Crocetta riferirà in aula sulla crisi.

Bartolotta ha annunciato di voler fare un passo indietro rispondendo alla richiesta del partito, che ha invitato la delegazione di assessori a lasciare la giunta. Un passo indietro da interpretare come "un gesto di pace". "Ritengo ciò opportuno - ha scritto Bartolotta - sia per la mia appartenenza al Pd, sia per senso di responsabilità nei confronti del presidente Crocetta che mi ha nominato e che, in queste condizioni, avrebbe difficoltà a portare avanti il programma di governo. Da dirigente di partito, auspico che ciò possa contribuire a riavvicinare le parti ed a riaprire il dialogo per un confronto sereno e costruttivo che rafforzi e rilanci l’azione dell’esecutivo".

Venerdì scorso Luca Bianchi, assessore all’Economia, aveva rimesso il mandato nelle mani del presidente. Crocetta ha però rifiutato le dimissioni e, secondo indiscrezioni, potrebbe fare lo stesso nelle prossime ore con quelle dell’assessore alle Infrastrutture. Poco dopo avere incassato le dimissioni di Bartolotta, Giuseppe Lupo, ha commentato così: "Esprimo apprezzamento per la scelta di Nino Bartolotta di rimettere il mandato di assessore della giunta Crocetta rispettando così la decisione della direzione del Pd. Con il suo gesto dimostra ancora una volta senso di responsabilità e di appartenenza al Partito Democratico".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo Bianchi si dimette Bartolotta, non mollano Scilabra e Lo Bello

PalermoToday è in caricamento