Stagisti alla Regione, continua lo scontro coi sindacati: "Precariato mascherato da tirocinio"

L'assessore alla Funzione Pubblica, Bernadette Grasso, ha annunciato che non c'è alcun ripensamento. Lagalla incontrerà i tre rettori delle università per concordare il bando. Cgil Sicilia e la Fp Cgil: "Si pensi alla stabilizzazione dei quasi 600 precari"

L’assessore Roberto Lagalla

Nessuna marcia indietro dalla Regione. Dopo le proteste, anche piuttosto virulenti, da parte dei sindacati l'assessore alla Funzione Pubblica, Bernadette Grasso, ha annunciato che non c'è alcun ripensamento sui 400 stagisti: “Non accettiamo critiche strumentali sul progetto di reclutamento", dice. I 400 laureati dovrebbero essere arruolati per 18 mesi con un bando che l’assessore Roberto Lagalla concorderà giovedì con i rettori delle tre università.

Sull'argomento interviene anche la Cgil Sicilia e la Fp Cgil siciliane. "Chiediamo - si legge in una nota - l'immediata revoca del bando per l'assunzione per 18 mesi di 400 tirocinanti retribuiti presso gli uffici della Regione Sicilia. E’ impensabile – affermano in una nota Mimma Argurio (Cgil) e Clara Crocè (Fp) - che si crei un altro bacino di precariato all'interno della Regione Sicilia ancorché mascherato come tirocinio formativo, quando già esistono centinaia di precari e mentre tutte le altre regioni d'Italia hanno aperto ai concorsi nella pubblica amministrazione”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Cgil e Fp chiedono di “dare corso all'immediata stabilizzazione dei quasi 600 precari della Regione Sicilia, di procedere alla ricollocazione del personale in A e B e alla valorizzazione delle figure professionali che da oltre 10 anni la chiedono. Di aprire inoltre ai concorsi esterni in base ai profili professionali assenti nell'organico della Regione secondo il piano del fabbisogno triennale, come previsto dal decreto Madia”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente all'Acquapark, giovane batte la testa: ricoverato in gravi condizioni

  • Vendono frutta e verdura con il reddito di cittadinanza in tasca, nei guai 2 fratelli

  • Figlia morta dopo il Gratta e vinci perdente: chiesta condanna a 6 anni per la mamma infermiera

  • "Facciamo sesso a tre o divulghiamo il tuo video hard": condannata coppia che minaccia fidanzata figlio

  • Tuffo all'Acquapark di Monreale, 26enne sarà sottoposto a intervento chirurgico

  • Rientra verso il b&b ma si perde e chiede indicazioni, turista picchiato e rapinato

Torna su
PalermoToday è in caricamento