Regionali, Sadirs: "Musumeci non ha riorganizzato gli uffici e ora accusa dipendenti"

La nota del segretario generale del Sadirs Sicilia, Fulvio Pantano

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

“Se l’esame delle pratiche del bonus va a rilento la colpa è solo ed esclusivamente di Musumeci e dell’incapacità del governo regionale nell’organizzazione degli uffici. Avrebbe dovuto semplicemente valorizzare i settori che espletano le pratiche per l’erogazione delle somme alle imprese, e invece in tre anni ha saputo solo criticare e scaricare colpe che in realtà sono tutte sue. L’incapacità della Regione di spendere i fondi per aiutare l’economia, dopo tre anni di governo, non può che essere esclusivamente di chi avrebbe dovuto guidare i processi di riordino e riqualificazione del personale e non certo dei dipendenti, abbandonati al loro destino in uffici depotenziati e svuotati, spesso costretti a svolgere mansioni superiori senza un adeguato inquadramento. Se davvero gli aiuti alle imprese sono prioritari per questo governo, Musumeci avrebbe dovuto riorganizzare e potenziare questo settore. Scaricare ora le colpe sui dipendenti dimostra, se mai ce ne fosse bisogno, tutta la sua inadeguatezza”. Lo afferma in una nota il segretario generale del Sadirs Sicilia, Fulvio Pantano.

Torna su
PalermoToday è in caricamento