Reddito di cittadinanza, per il mese di sospensione potranno essere chiesti i buoni spesa

Misure di sostegno all'emergenza socio sanitaria da Covid-19. Confronto tra i consiglieri Arcoleo, Russa, Figuccia, Volante e Susinno e l’assessore alle Attività Sociali Giuseppe Mattina: "Amministrazione attenta alle dinamiche del bisogno"

Intrigo reddito di cittadinanza: per il mese di sospensione potranno essere chiesti i buoni spesa. Ovvero quelle che sono state chiamate "misure di sostegno all'emergenza socio sanitaria da Covid-19” destinate ai nuclei familiari in difficoltà. Il caso è stato sollevato dal consigliere di Sinistra Comune Marcello Susinno ed è stato dibattuto in un’apposita seduta di Commissione consiliare, dedicata al reddito di cittadinanza, dai consiglieri Arcoleo, Russa, Figuccia, Volante e Susinno in un confronto con l’assessore alle Attività Sociali Giuseppe Mattina.

Come Conte vuol cambiare il reddito di cittadinanza

Tra le questioni discusse anche il tema legato al rischio, che incombe sui tantissimi palermitani che a fine mese dopo 18 mesi di percezione, vedranno l’interruzione di un mese dell’ammortizzatore sociale. "Così se non ci sarà un intervento normativo in extremis del governo nazionale - spiega Susinno - per almeno un mese i soldi non arriveranno e poi, se non ci sono ‘incidenti’, si riprenderà il percorso. Si è convenuto con l’assessore Mattina sulla possibilità di consentire a quei  nuclei familiari, ovviamente per il solo mese di sospensione, di poter accedere alle “Misure di sostegno all'emergenza socio sanitaria da Covid-19”, provvedimento rivolto a quei nuclei familiari che si trovano in città in stato di bisogno e che sostanzialmente non percepiscono il reddito di cittadinanza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A livello nazionale le scorse settimane la questione è stata affrontata in città in un apposito incontro promosso dal vicepresidente della prima circoscrizione Antonio Nicolao e dallo stesso Susinno che insieme ad una delegazione di percettori di reddito di cittadinanza avevano incontrato il palermitano Steni Di Piazza, grillino e sottosegretario al Lavoro. "L’auspicio è – conclude Susinno - un intervento del governo per scongiurare un’incomprensibile sospensione che in tempi di pandemia ogni ritardo potrebbe rappresentare un colpo pesantissimo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Palermo-Catania, coinvolto il cantante De Martino: morto un sessantenne

  • Dal pizzo alla riffa per la festa di Sant'Anna, commercianti denunciano: 20 fermi al Borgo

  • Coronavirus, ordinanza di Musumeci: "Un esercito di medici per contrastare il Covid"

  • Apre a Palermo l'Antica pizzeria da Michele, dopo Napoli è l'unica del Sud Italia

  • Omicidio a Camporeale, colpi di pistola in piazza: morto un ragazzo di 26 anni

  • Firmato nuovo Dpcm con le regole Covid, Musumeci: "Ora controlli costanti delle forze dell’ordine"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento