Politica

Rap, chiusi i conti del 2018: ultimo trimestre in "rosso" di 3 milioni di euro

Nell'ultima relazione si evince uno scostamento tra i ricavi programmati nel budget dello scorso anno e il conto consuntivo. L'azienda perde un milione di euro al mese. Randazzo (M5S): "Rischio fallimento, sembra di rivedere l'Amia"

La Rap perde un milione di euro al mese. E' quanto emerge dal report elativo al quarto trimestre 2018. Nell'ultima relazione aziendale si evince uno scostamento pari a 3,1 milioni tra i ricavi programmati nel budget 2018 e il conto consuntivo. 

Una situazione "grave e allarmante dal punto di vista economico e conseguentemente finanziario" la definisce il consigliere comunale del Movimento 5 Stelle, Antonino Randazzo, ma sostanzialmente "prevedibile considerando che i ricavi programmati nel budget 2018 erano impossibili da raggiungere a causa della saturazione della sesta vasca". Anche nel 2019 la Rap avrà ricavi limitati, visto che "i tempi per la realizzazione del settima vasca si sono allungati. I conti di Rap - aggiunge Randazzo - nel 2017 erano stati 'mascherati' dai circa 10 milioni provenienti dai conferimenti a Bellolampo di Comuni terzi".

"L'azienda - conclude l'esponente pentastellato - oggi rischia di pagare a caro prezzo insieme ai dipendenti e a tutti i fornitori. Sembra di trovarci dinanzi all'ennesima scena già vissuta per Amia! Situazione grave che riguarda tutti noi cittadini infatti, la situazione rischia di diventare esplosiva in piena estate, dove Palermo potrebbe restare senza una discarica e con  il rischio di dovere imballare e conferire i rifiuti fuori dalla regione con ulteriori costi e che rischiano di portare la Rap al fallimento". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rap, chiusi i conti del 2018: ultimo trimestre in "rosso" di 3 milioni di euro

PalermoToday è in caricamento