Prof sospesa, interviene Lagalla: "Ufficio scolastico adotti iniziativa più mite"

L’assessore regionale all’Istruzione e alla Formazione, Roberto Lagalla, interviene in merito alla punizione inflitta alla docente Rosa Maria Dell'Aria dell’Istituto Vittorio Emanuele III sospesa per non avere vigilato su un lavoro di alcuni studenti

L'assessore Lagalla

"Trattandosi di una vicenda che rimanda ad atti procedimentali, non si può che invocare, anche prescindendo da questi, il prevalere delle legittime ragioni ideali e del valore della autonoma funzione educativa. La disponibilità a incontrare la docente, manifestata dal Ministro Salvini, nonché la sincera amarezza della professoressa e la vibrante, non strumentale, reazione della comunità educante suggeriscono una ulteriore e riflessiva iniziativa, in diversa e più mite direzione, da parte del competente ufficio scolastico provinciale al quale, d’altra parte, non possono essere attribuiti specifici e pregiudiziali addebiti senza che ci sia dato di conoscere formalmente gli atti”. L’assessore regionale all’Istruzione e alla Formazione, Roberto Lagalla, interviene così in merito alla sospensione della professoressa Rosa Maria Dell'Aria dell’Istituto Vittorio Emanuele III.

Parla la prof sospesa: "A Salvini dirò che insegno ai ragazzi a pensare con la loro testa"

Secondo Lagalla: “Il grande clamore mediatico suscitato, anche a livello nazionale, dalla sospensione della docente dimostra quanto sensibile e diffusamente avvertito sia ogni tema che riguarda l’insegnamento scolastico e la libera formazione delle giovani generazioni".

"Le idee non si censurano": studenti, docenti e sindacati in piazza per la prof sospesa | Video

Intanto non si ferma la mobilitazione per la docente. Dopo le manifestazioni di ieri in città, la solidarietà corre su internet dove sono già oltre 170 mila le firme raccolte a sostegno della professoressa nelle due petizioni online lanciate dal segretario del Pd Nicola Zingaretti (oltre 46.600) e dal sindacato Usb (circa 123.500).

Il caso è anche diventato politico. Il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, definisce la sospensione della docente un "fatto di una gravità inaudita" e parla di "clima da regime". La vicepresidente del Pd, Anna Ascani, chiede invece le dimissioni del sottosegretario Borgonzoni, mentre il senatore di Forza Italia Maurizio Gasparri considera "una scelta discutibile. Se deve venire in Senato, che si esponga a un contraddittorio, non ad una celebrazione unilaterale. Lo dico pubblicamente e formalmente, anche ai vertici dell'assemblea di Palazzo Madama".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a San Lorenzo, donna accusa malore e muore fuori da un locale

  • Era scomparso giovedì, 40enne ritrovato in centro: "Ha già abbracciato le sue bimbe"

  • Papà di tre bimbe sparisce nel nulla, ore di angoscia per i familiari di Alfonso Bagnasco

  • Incidente sulla Palermo-Mazara, tir sbanda e il conducente viene sbalzato sull'asfalto: è grave

  • Produce documenti falsi per percepire il reddito di cittadinanza: denunciato

  • Il duplice omicidio allo Zen, veglia notturna non autorizzata ai Rotoli: familiari allontanati

Torna su
PalermoToday è in caricamento