Sabato, 24 Luglio 2021
Politica

Trattativa Stato-mafia, Orlando: "Condannato un passato che non deve più tornare"

Così il sindaco Leoluca Orlando, in merito alla sentenza del processo sulla cosiddetta "trattativa Stato-mafia". L'amministrazione comunale si era costituita parte civile

Il sindaco Leoluca Orlando

"Quella che da sempre diciamo essere stata una verità storica è da oggi è una verità giudiziaria, a conferma del fatto che la legalità e lo Stato di diritto restano capisaldi della nostra comunità. Questa sentenza condanna la vergognosa identificazione fra Stato e mafia, che ha permesso allo Stato di presentarsi col volto della mafia e alla mafia di presentarsi col volto dello Stato; è la condanna di un passato che siamo impegnati a far sì che non si ripeta mai più". Lo ha dichiarato il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, in merito alla sentenza pronunciata oggi per il processo sulla cosiddetta Trattativa Stato-mafia. 

L'amministrazione comunale si era costituita parte civile e ha ottenuto un risarcimento che sarà quantificato in sede civile. "Nessuna somma - ha aggiunto Orlando - potrà mai essere sufficiente a risarcire il dolore patito dalla comunità palermitana che, insieme a quelle di altre città, ha subito direttamente le bombe e lo stragismo che furono parte integrante della vergognosa trattativa. I palermitani lo sanno, lo hanno sempre saputo. Oggi grazie al lavoro coraggioso e puntiglioso di alcuni magistrati, ai quali non è mai mancato il sostegno e l'incoraggiamento della società civile e del Comune di Palermo, abbiamo anche le prove confermate da una sentenza: in quegli anni un pezzo importante dello Stato tradì lo Stato e i cittadini per farsi mafia, permettendo alla mafia di farsi Stato".

Trattativa Stato-mafia, condannati Mori, De Donno e Dell'Utri: assolto Mancino

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trattativa Stato-mafia, Orlando: "Condannato un passato che non deve più tornare"

PalermoToday è in caricamento