Venerdì, 12 Luglio 2024
Politica

Primarie Pd, è sfida Bonaccini-Schlein: nel Palermitano si potrà votare in 46 seggi

Dopo il voto dei circoli, domenica - dalle 8 alle 20 - nei gazebo (oltre 240 in tutta la Sicilia) si elegerrà il nuovo segretario del Partito Democratico. Barbagallo: "Una grande festa di democrazia"

Anche in Sicilia si è messa in moto la grande macchina organizzativa del Partito Democratico in vista delle primarie per l’elezione del nuovo segretario nazionale tra Stefano Bonaccini e Elly Schlein.

Dopo il voto dei circoli – degli scorsi weekend - domenica 26, dalle 8 alle 20, si voterà in oltre 246 “punti” (il dato è in continuo aggiornamento), sparsi su tutto il territorio regionale, così suddivisi per provincia: Federazione provinciale di Agrigento: 34; Federazione provinciale di Caltanissetta: 21; Federazione provinciale di Catania: 43; Federazione provinciale di Enna 17; Federazione provinciale di Messina: 33; Federazione provinciale di Palermo: 46; Federazione provinciale di Ragusa: 14; Federazione provinciale di Siracusa: 16; Federazione provinciale di Trapani: 22.

La lista dei seggi è in continuo e costante aggiornamento, per individuare il seggio più vicino è possibile consultare il sito: www.trovaseggio.primariepd2023.it.

SCHLEIN E BONACCINI

“Le primarie sono un esercizio di democrazia fondamentale e una vera e propria festa per il Partito Democratico – afferma il segretario regionale, Anthony Barbagallo – per realizzare la quale sento il bisogno di rivolgere un ringraziamento in primis alla Commissione regionale per il congresso e al suo presidente, Giovanni Bruno, a tutti i volontari, i militanti, gli iscritti, ai segretari delle Federazioni provinciali e ai segretari dei circoli per il grande impegno profuso senza il quale tutto questo non sarebbe fattibile”.

Potranno votare anche i non iscritti (versando la quota di 2 euro).

Il voto online è invece stato limitato ai malati, ai disabili e ai residenti "in località la cui distanza dai seggi renda particolarmente difficoltoso l'esercizio del voto, sulla base di criteri determinati dalla Commissione nazionale per il Congresso", nonché alle "persone residenti e/o domiciliate all'estero”.

Per votare occorre presentarsi muniti di documento di riconoscimento e tessera elettorale.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primarie Pd, è sfida Bonaccini-Schlein: nel Palermitano si potrà votare in 46 seggi
PalermoToday è in caricamento