Politica

Primarie Pd, Teresa Piccione ritira la candidatura: resta in campo solo Faraone

L'ormai ex candidata dell'area Zingaretti spiega: "La maggioranza renziana ha impedito lo svolgimento dei congressi mortificando il libero dibattito degli iscritti e degli elettori e la loro partecipazione"

Teresa Piccione

"Quelle di domenica, in Sicilia, saranno le primarie fondative del partito di Renzi e non le primarie del Partito Democratico. Per questa ragione ritiro la mia candidatura". A dirlo è Teresa Piccione, ormai ex candidata alla segreteria regionale del Pd in Sicilia alle primarie del prossimo 16 dicembre. Unico candidato, a questo punto, resta Davide Faraone.

La decisione di Terea Piccione arriva dopo che la commissione nazionale del partito, accogliendo il ricorso presentato da Fausto Raciti, ha rinviato il voto dei congressi provinciali.

"La maggioranza renziana - continua Piccione - ha impedito lo svolgimento dei congressi dei circoli e delle federazioni provinciali, mortificando il libero dibattito degli iscritti e degli elettori e la loro partecipazione. Non intendo concorrere a false primarie senza regole, soprattutto dopo manifestazioni e segnali evidenti e inquietanti della partecipazione di uomini estranei al Partito democratico, che inquinerebbero irrimediabilmente il risultato elettorale del congresso".

E' l'atto conclusivo di una polemica che prosegue da giorni.  Teresa Piccione aveva già lamentato violazioni dei regolamenti: "Mi giungono da più parti sollecitazioni di ricorrere alla magistratura per salvaguardare la legalità all'interno del partito. Il Pd è un bene collettivo da salvaguardare ben oltre le divisioni congressuali".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primarie Pd, Teresa Piccione ritira la candidatura: resta in campo solo Faraone

PalermoToday è in caricamento