rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Politica

Comunali: per Miceli esordio pubblico nella Domenica delle Palme, Ferrandelli svela la lista ispirata da Pasolini

Il presidente nazionale degli Architetti si presenterà alla città con un comizio a Villa Filippina che non prevede l'intervento sul palco di esponenti di partito. I malumori degli orlandiani al centro dei temi della coalizione progressista. Si chiama "E tu splendi Palermo" la seconda lista del candidato di +Europa e Azione

Franco Miceli sceglie la Domenica delle Palme per presentare alla città la sua candidatura a sindaco e allo stesso tempo lanciare un messaggio di pace.

Nel tardo pomeriggio di ieri il candidato dell'area progressista (Pd, M5S, Sinistra civica ecologista) ha incontrato i rappresentanti della coalizione nella sede dem di via Bentivegna: "Una riunione - dice Miceli in una nota - per fare il punto su temi di ordine organizzativo prima della presentazione pubblica". In realtà si è parlato anche di liste, delle presidenze di circoscrizione e dei fondi per la campagna elettorale.

Il comizio d'esordio, domenica alle 18 a Villa Filippina, non prevede l'intervento sul palco di esponenti di partito ma un monologo del presidente nazionale dell'Ordine degli architetti. La convention "a più voci" e soprattutto con i partiti ci sarà sicuramente il 29 aprile, data in cui è programmata a Palermo la visita del segretario nazionale del Pd Enrico Letta. Con lui potrebbero esserci anche il presidente del M5S Giuseppe Conte e il ministro della Salute Roberto Speranza, in rappresentanza della sinistra.

A differenza del centrodestra, l'area progressista si è coagulata attorno ad un solo nome (quello di Miceli); tuttavia non mancano i malumori: la componente vicina al sindaco Leoluca Orlando ha sin da subito storto il naso per il metodo usato per individuare il candidato, che non è passato dalle primarie di coalizione; ora si pone pure il tema della loro collocazione nelle liste, visto che il sindaco uscente non intende presentarne una di sua diretta emanazione e Miceli nella sua vorrebbe solo esponenti della società civile. E ancora: quale sarà l'apporto dello stesso Orlando alla campagna elettorale? Quando non è impegnato in prima persona, infatti, il Professore non garantisce le stesse performance in termini di ricerca del consenso. A maggior ragione se nel centrosinistra passa l'impostazione politica che si deve marcare la differenza rispetto all'ultimo mandato di Orlando.

Intanto Fabrizio Ferrandelli, ex delfino di Orlando ai tempi di Italia dei Valori, domattina presenterà la seconda lista a sostegno della sua candidatura. La terza nelle ultime tre elezioni comunali, cominciate nel 2012 proprio con la sfida tra l'allievo e il maestro. La lista che Ferrandelli, candidato di +Europa e Azione, lancerà nel corso di una conferenza stampa a Palazzo delle Aquile si chiama "E tu splendi Palermo". Una citazione di Pier Paolo Pasolini ("Ed ecco che essi ti insegnano a non splendere. E tu splendi, invece!" ) perché, spiega Ferrandelli, "questo è il momento di concentrarsi sulla soluzione dei problemi di questa meravigliosa città. Questa, dunque, è una lista civica per chi si sente pronto a dare il suo contributo per Palermo".

"Questa lista arriva da lontano - sottolinea Ferrandelli - ed è la naturale evoluzione del progetto che abbiamo lanciato a novembre dello scorso anno, quando abbiamo presentato un report che illustrava tutte le criticità della nostra città. In quell’occasione, abbiamo raccontato di come Palermo fosse agli ultimi posti nella classifica delle città italiane per parecchi indicatori di carattere sociale ed economico, di qualità della vita insomma. Ma questo, non è mai stato un motivo per arrendersi, anzi".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comunali: per Miceli esordio pubblico nella Domenica delle Palme, Ferrandelli svela la lista ispirata da Pasolini

PalermoToday è in caricamento