Infrastrutture, Italia Viva: "Governo nomini commissario per bacino da 150 mila tonnellate al porto"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

"Il bacino da 150 mila tonnellate è un'opera infrastrutturale strategica per il rilancio del porto di Palermo e della sua vocazione industriale, ma bisogna premere l'acceleratore e accorciare i tempi. Tramite il capogruppo al Senato Davide Faraone, Italia Viva ha chiesto alla ministra delle Infrastrutture Paola De Micheli di nominare un commissario straordinario che tagli la burocrazia e realizzi un progetto che Palermo aspetta da anni. Un ruolo per il quale abbiamo fatto il nome dell'attuale presidente dell'Autorità portuale della Sicilia occidentale, Pasqualino Monti, manager capace che in pochi anni ha sbloccato investimenti fermi e che sta dando un volto nuovo al waterfront della città. La ministra ha mostrato grande attenzione e sensibilità, consapevole dell'importante di quest'opera per Palermo". Lo dice il coordinatore provinciale di Italia Viva a Palermo Dario Chinnici.

Torna su
PalermoToday è in caricamento