Venerdì, 22 Ottobre 2021
Politica

Polemiche sul depuratore consortile: Roccalumera a sostegno dei sindaci

Roccalumera si schiera accanto ai sindaci di Carini, Capaci ed Isola delle Femmine a difesa del Golfo di Carini.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

La scelta del commissario Rolle di convogliare le acque reflue dei Comuni di Cinisi, Terrasini e dell’aeroporto presso il depuratore consortile di Carini, sta destando non poche polemiche nella politica territoriale. Il depuratore attualmente accoglie gli scarichi dei comuni di Carini, Capaci, Isola delle Femmine e Torretta. http://www.palermotoday.it/~shared/uploads/tmp/385be7eaf95b8ae486583796/264307562781/thumb_3.jpg?x=426 Il sindaco di Cinisi, Giangiacomo Palazzolo, così come il primo cittadino di Terrasini, Giosuè Maniaci, sono favorevoli allo studio di fattibilità del commissario straordinario per la depurazione delle acque in Sicilia per collegare la rete fognaria dei due comuni al depuratore di Carini. Di parere opposto il primo cittadino carinese, Giovì Monteleone, il Sindaco di Capaci, Pietro Puccio ed il Sindaco di Isola delle Femmine, Stefano Bologna, che non vogliono trasformare il golfo di Carini in una discarica comune. Il Sindaco di Capaci ha convocato una riunione tra tutti gli amministratori coinvolti al fine di convocare un Consiglio Comunale unitario. Sul fronte grillino si sono spaccati in due: Conigliaro dice di non essere d’accordo sul progetto di convogliamento, e l’On. Mollame al contrario si dice soddisfatto di questa ipotesi. Su facebook si schiera accanto ai Sindaci dei Comuni di Capaci, Isola e Carini il Segretario PD di Capaci, Salvo Roccalumera, affermando che finalmente i nostri comuni sono amministrati da Sindaci che si interessano veramente dei nostri Territiori. http://www.palermotoday.it/~shared/uploads/tmp/385be7eaf95b8ae486583796/264307562781/thumb_2.jpg?x=208 Continua – Roccalumera - La proposta del commissario Rolle non ha nessuna logica con la gestione ottimale e programmatica del territorio, è una scelta che va contro tendenza rispetto all'opera di bonifica che i Sindaci di Carini, Capaci ed Isola delle Femmine stanno compiendo e programmando con grandissimi sforzi. Inoltre, la lunga distanza e i grandi lavori necessari per effettuare il collegamento mal si conciliano con la sicurezza ambientale, e soprattutto non è il caso di rischiare di avere un’altra opera che rimarrebbe incompiuta come quella del raddoppio ferroviario. Per di più, si dimentica che il depuratore ha già cambiato la fauna e la flora marina. Ulteriori versamenti di acque depurate non aiuteranno il nostro mare. Il comune di Terrasini ed il comune di Cinisi non sono nuovi a forme unitarie di gestione, come già accade per il porto e per la raccolta rifiuti, dunque sarebbe auspicabile che continuassero questa collaborazione che sta portando ottimi risultati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polemiche sul depuratore consortile: Roccalumera a sostegno dei sindaci

PalermoToday è in caricamento