Politica

Polemica per il grillino in autoblù: niente auto, ma rimborsi benzina sì

Bufera sul web per Antonio Venturino, il vice presidente dell'Ars che ieri è andato in missione a Niscemi con la vettura dotata di autista e lampeggiante. "Non ho auto", si è difeso. Però tra gennaio e febbraio ha incassato 1.100 euro di rimborsi carburante

Antonio Venturino

Di chi web ferisce, di web… perisce. Antonio Venturino, il vice presidente grillino all’Ars, è finito nell’occhio del ciclone proprio in rete, il mezzo di comunicazione maggiormente utilizzato dal Movimento 5 Stelle. A scatenare la polemica è stata la missione di ieri prima a Sigonella e poi a Niscemi di Venturino (e del deputato Trizzino) con l’auto blu. Nulla di strano per un vicepresidente dell’Ars, se non fosse che lo stesso ne aveva annunciato la rinuncia pubblicamente (LEGGI ANCHE: "ARRIVERO' A PALERMO IN AUTOBUS).

“Non c’era alternativa”, si è sbrigato ad affermare il portavoce del Movimento. “Venturino non possiede auto private – chiarisce - e ogni tanto usa quella del fratello, in pessime condizioni, per raggiungere Palermo da Piazza Armerina e anche Trizzino possiede una vecchia auto. In ogni caso, per la missione sarebbe stato chiesto il rimborso, essendo istituzionale”.

Decisamente più piccata era stata la reazione di Venturino a chi gli aveva posto la questione: "Perche mi fa questa domanda? Perche non avete che cosa scrivere?" aveva detto ai cronisti a Niscemi, “non è un'auto blu, ma di servizio. Ovviamente siamo venuti con l'auto di servizio. Qualcuno dirà che era un'auto blu, ma non lo è. Siccome noi oggi siamo venuti da Palermo e dobbiamo fare un altro giro, e siccome io la macchina non ce l'ho e a piedi sarebbe stato complicato, in bicicletta sarebbe stato un po' difficile anche perché avrete visto lo stato fisico in cui mi trovo. Quindi per motivi di tempo abbiamo usato un'auto di servizio, chiamiamola auto aziendale, dell'azienda Assemblea regionale siciliana". Eppure il 13 dicembre aveva dichiarato: "Per gli spostamenti di rappresentanza vedrò di organizzarmi".

E qui sta la seconda anomalia di questa vicenda. Tra gennaio e febbraio, infatti, Venturino ha presentato un rimborso carburante superiore ai mille euro, che gli sono stari riconosciuti oltre l'indennità mensile di deputato regionale, pari a 2.500 euro (LEGGI LA POLEMICA CON IL GIORNALISTA DI REPUBBLICA). Questa incongruenza non è passata quindi sotto silenzio, e su internet, adesso, si moltiplicano sempre di più le voci di quanti chiedono al vicepresidente dell'Ars di chiarire la questione. Anche sul blog “Sicilia a 5 stelle”. "Ma visto che avevi dichiarato di non avere un auto, a cosa ti servono gli oltre 1.100,00 euro di rimborso carburante? Ma scusa non avevi detto che eri stato costretto ad usare l'auto blu di servizio al gruppo perché non avevi l'auto?", chiede Ciccio.

Aggiunge Max Ros: "Ma se non hai la macchina come mai hai preso 1100 Euro di rimborso carburante?" E Carmine Lentini rincara la dose: "Scusate, ma dopo aver pubblicato il certificato di rinuncia all'autoblu, come si giustifica l'utilizzo di quest'ultima per scopi istituzionali?".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polemica per il grillino in autoblù: niente auto, ma rimborsi benzina sì

PalermoToday è in caricamento