Piste ciclabili, De Filippis: "Ingorghi e tamponamenti, l'assessore Catania si dimetta"

Secondo il coordinatore cittadino di DiventeràBellissima, "un provvedimento del genere andrebbe dimensionato e rapportato al tessuto viario della nostra città"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

"L'istituzione delle piste ciclabili in assenza di un serio ed approfondito studio sulla mobilità urbana sta dimostrandosi una scelta scellerata 'sulla pelle' dei palermitani. La conseguente riduzione delle carreggiate, infatti, causa ingorghi e rischi per automobilisti e pedoni. In queste ore, ad esempio, abbiamo notizia di tamponamenti nella zona di via Villafranca. Ora basta, l'assessore Catania rassegni le dimissioni per manifesta incapacità".

Lo afferma il coordinatore cittadino di DiventeràBellissima, Eduardo De Filippis, che aggiunge: "Non siamo a priori contrari alle piste ciclabili, tuttavia un provvedimento del genere andrebbe dimensionato e rapportato al tessuto viario della nostra città. Qui, invece, è stato 'calato' dall'alto, 'scimmiottandolo' da contesti urbani molto diversi da Palermo. Un atto arrogante, a firma di un assessore che per l'ennesima volta dimostra di non volersi confrontare con i palermitan".

Torna su
PalermoToday è in caricamento