Pippo Zappulla (segreteria regionale articolo uno) su piano regionale per la ripresa e la resilienza

"Un elenco di titoli e buone intenzioni, senza una un’idea compiuta sul futuro della Sicilia"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

"Nel leggere il documento regionale si ha la netta sensazione di un insieme di titoli senza una cornice chiara e organica, senza un’anima e un’idea del futuro della Sicilia". A dirlo è Pippo Zappulla, segretario regionale di Articolo Uno in Sicilia parlando del “Piano regionale per la ripresa e la resilienza” che il governo regionale siciliano sta ideando. «Insieme a – continua Zappulla - titoli e obiettivi chiaramente condivisibili come la “Rivoluzione verde e transizione ecologica” e “Equità sociale, di genere e territoriale” se ne intercettano altri difficilmente criptabili come il “porto e aeroporto hub del Mediterraneo” e la realizzazioni di non bene identificati nuovi aeroporti nel territorio siciliano.

Nessun riferimento alla riforma della Regione Siciliana e sulla sanità solo vuote enunciazioni senza specificare come si intende potenziare la sanità pubblica, quella territoriale e di prossimità. Ovviamente non manca il ponte sullo Stretto vera arma di distrazione di massa utilizzata da intere generazioni di amministratori della politica siciliana e nazionale. Confesso di non avere compreso la strategia concreta per contrastare la disoccupazione giovanile e il disagio sociale». «È davvero necessario - conclude Zappulla - che il governo regionale si misuri con l’intera Ars e con tutte le forze sociali e politiche della Sicilia: perché da lì potrà trarre idee, contributi per definire un modello indispensabile di sviluppo e di crescita della nostra terra».

Torna su
PalermoToday è in caricamento