Politica Partanna-Mondello

Piogge e allagamenti, la "zona rossa" a nord della città: "Comune chieda aiuto a Protezione civile"

Da Partanna Mondello a Sferracavallo, passando per via dell'Olimpo e via Ugo La Malfa: ecco la mappa dei disagi "disegnata" dal consigliere comunale Ottavio Zacco (Sicilia Futura). "Chiesto al sindaco un tavolo permanente, finora effettuati interventi non risolutivi"

Allagamento a Partanna Mondello - foto Daniele Chiovaro

A Partanna Mondello - tra via Polibio, via Esperia e via Eolo - quando piove l'acqua e il fango che arriva dalla montagna entrano dentro i piani terra delle abitazioni. Piazza Marina, a Sferracavallo , trasforma invece la strada in un fiume in piena. In via Ugo la Malfa, addirittura, i lavoratori del Cnr, di Telecom Italia e dell'assessorato regionale Territorio e Ambiente rimangono prigionieri in caso di acquazzoni. Per non parlare di viale dell'Olimpo, dove i liquami fuoriescono e invadono due interi quartieri.

Ottavio Zacco-2E' a nord della città la "zona rossa", quella dove in caso di piogge di media intensità si verificano veri e propri allagamenti. A disegnare la mappa del disagio è il consigliere comunale Ottavio Zacco (Sicilia Futura), che ha chiesto al sindaco Orlando "un tavolo tecnico permanente per intervenire in maniera definitiva". Per il consigliere di maggioranza qualcosa si è fatta, ma non basta: "Bisogna riconoscere - afferma - che ultimamente sono stati effettuati interventi come la realizzazione di tre vasche di drenaggio nella zona Polibio, che hanno attenuato il disagio, ma solo con piogge di lieve intensità".

Attualmente sono in corso dei lavori presso il depuratore fondo Verde, che dovrebbero attenuare la fuoriuscita di liquami in viale dell'Olimpo: anche questo però sarà solo un intervento tampone. "Il Comune si faccia aiutare dalla Protezione civile" è l'appello di Zacco, che infine dice: "Non credo sia giusto costringere i cittadini che con tanti sacrifici hanno acquistato casa a convivere con fiumi di liquami e fango. Bisogna risolvere una volta e per tutte un disagio che dura da troppi anni e non è più tollerabile, nonostante gli sforzi effettuati dall'amministrazione comunale. Per questo è necessario coinvolgere anche la Protezione civile regionale". 

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piogge e allagamenti, la "zona rossa" a nord della città: "Comune chieda aiuto a Protezione civile"

PalermoToday è in caricamento