Amministratori locali a scuola di politica: il Pd lancia "Frattocchie 4.0"

L'obiettivo è formare i futuri candidati democratici alle elezioni amministrative che si terranno nel biennio 2021-2022. Al via il 28 novembre lezioni da remoto su Unione europea, Mezzogiorno, economia, immigrazione, ambiente, sviluppo locale, digitale, lavoro, città e solidarietà

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Si svolgerà dal 28 novembre sino al 31 marzo 2021 la scuola di formazione politica "Frattoccchie 4.0", promossa dal Pd della provincia di Palermo.

"La scuola - secondo gli organizzatori - ha l’obiettivo di formare i futuri candidati del Partito democratico che parteciperanno alle elezioni amministrative nel biennio 2021-22. Alla stessa potranno parteciparvi gli iscritti e gli amici del Pd facenti parte della piattaforma online democraticipalermo.it".

Gli iscritti alla scuola che, nella prima fase si svolgerà solo da remoto tenuto conto della pandemia in atto, avranno modo di approfondire il proprio impegno politico attraverso il confronto con tematiche di attualità ed esperienze positive di politiche, di buone prassi amministrative, sviluppando altresì conoscenze e competenze di tipo amministrativo e legislativo. I temi oggetto di approfondimento saranno l'Unione europea, il Mezzogiorno, l'economia, l'immigrazione, l'ambiente, lo sviluppo locale, il digitale, il lavoro, città e solidarietà.

"Frattocchie 4.0" sarà aperta a quanti in età compresa tra i 18 e i 50 anni, con priorità per chi attualmente ricopre incarichi amministrativi o ruoli dirigenziali nel Pd a tutti i livelli (dalle segreterie di circolo alle direzioni e assemblee locali, provinciali e regionali). Le lezioni e le comunicazioni saranno tenute da tecnici esperti e politici del partito.

Torna su
PalermoToday è in caricamento