Martedì, 16 Luglio 2024
Politica

Pd al voto: Bonaccini vince in Sicilia, Schlein seconda

Soddisfazione in casa Schlein. Il coordinatore dei comitati Armando Hyerace: "Dato che dimostrano la voglia di costruire un nuovo Partito Democratico davvero progressista, riformista, femminista e di sinistra"

Bonaccini vince, poi Schlein, quindi Cuperlo. Si sono concluse le operazioni di voto dei congressi di circolo del Partito Democratico in Sicilia, assai attese in vista delle primarie per la scelta del nuovo segretario dem che si terranno il 26 febbraio tra i due candidati che hanno raccolto la maggioranza dei voti degli iscritti. I dati vedono il candidato Stefano Bonaccini in testa con il 42,2%; segue Elly Schlein con il 36,9%; poi Gianni Cuperlo con il 15,3% e Paola De Micheli con il 5,6%.

Festa in casa Bonaccini. "Il coordinamento regionale Bonaccini - si legge in una nota del Coordinamento per Bonaccini segretario - ringrazia tutti gli iscritti che si sono recati nei circoli per esprimere la propria preferenza, a prescindere da quale sia stata. La grande partecipazione avuta dimostra, ancora una volta, lo spirito fondato del nostro partito che è veramente democratico. Siamo già pronti ad affrontare le primarie del 26 febbraio che, lo ricordiamo, si svolgeranno ai gazebo che saranno appositamente allestiti e alle quali potranno recarsi a votare anche i non iscritti".

Soddisfazione anche in casa Schlein per l'exploit realizzato. Così Sergio Lima, portavoce regionale siciliano della mozione Elly Schlein. "Un grazie a tutti e a tutte coloro che hanno garantito  un dibattito appassionato, ricco e rispettoso - ha detto -. Partendo dalle commissioni congressuali, i gruppi dirigenti delle federazione e dei circoli, a chi ha illustrato  le mozioni, tutte. Giorno 26 nei gazebo di questa regione aspettiamo il nostro popolo che vuole ancora credere e avere speranza in una politica che sappia essere visione collettiva e di cambiamento". 

In una nota del portavoce si legge che "quando mancano all’appello pochissimi circoli del Pd in Sicilia il distacco tra Elly Schlein e Stefano Bonaccini è inferiore ai 200 voti. Eccezionale il dato della provincia Catania con Elly - continua la nota- che sfiora il 70% dei voti (prima federazione in base alle nostre rilevazioni) e nella città raggiunge il 76%. Ottimi i risultati a Palermo città, Messina, nei grandi centri del trapanese. Così come- si legge ancora- i dati in nostro possesso su Caltanissetta, Agrigento, Enna".

"Un risultato straordinario e difficilmente ipotizzabile - conclude la nota- alla vigilia viste le forze in campo. Un segnale inequivocabile che dimostra, una volta di più, quanto la partita Per rigenerare il PD e l’intero campo progressista, sia aperta".

"Dati che dimostrano -  si legge in una nota del coordinatore dei comitati Armando Hyerace - il crescente entusiasmo per la mozione "Parte da noi" e la voglia di costruire un nuovo Partito Democratico davvero progressista, riformista, femminista e di sinistra. Ciò è un impulso ancora più forte per affrontare le primarie aperte del prossimo 26 febbraio il cui esito, anche alla luce di quanto avvenuto in tutta Italia, non è per nulla scontato. Vogliamo, infine, ringraziare tutti gli iscritti e le iscritte che si sono impegnati in questi giorni molto faticosi per l’organizzazione dei congressi di circolo in tutta la provincia".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pd al voto: Bonaccini vince in Sicilia, Schlein seconda
PalermoToday è in caricamento