rotate-mobile
Politica

Patrizia Di Dio contro Crocetta: "Fa pagare dazio sempre agli imprenditori"

Il presidente della Regione ha deciso di non tagliare Irpef e Irap per reperire i fondi da destinare all'assistenza ai disabili: "E' un nuovo attacco a chi in Sicilia fa impresa"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

"Lo stop al taglio dei tributi Irpef e Irap per reperire fondi da destinare all'assistenza ai disabili - dice Patrizia Di Dio, presidente Confcommercio Palermo - è un nuovo attacco a chi in Sicilia fa impresa con coscienza e correttezza, un'altra scelta miope del governo Crocetta che decide di far pagare dazio sempre e soltanto all'unica parte produttiva della società piuttosto che andare a guardare in casa propria andando ad eliminare privilegi, vitalizi e trattamenti inusitati e smantellare carrozzoni pubblici che servono unicamente a foraggiare posti di sottogoverno. Sulla questione disabili - sottolinea Di Dio - il governo Crocetta si è approcciato in modo inadeguato nella forma e nella sostanza suscitando una indignazione generale, è intervenuto tardivamente quando è scoppiato il "caso" mediatico. Tutti i disabili - precisa Patrizia Di Dio - hanno diritti inalienabili e in un Paese civile non si mantengono le tasse alte alle imprese per far fronte all'assistenza ai disabili che deve avere un canale di finanziamento a prescindere da quanto si riscuote attraverso Irap e Irpef. Il governo Crocetta guardi ai costi esorbitanti della macchina regionale invece di muovere un attacco alle imprese e agli imprenditori siciliani e comunque gli imprenditori siciliani trarranno le dovute conseguenze di questi cinque anni di malgoverno", conclude la presidente di Confcommercio Palermo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Patrizia Di Dio contro Crocetta: "Fa pagare dazio sempre agli imprenditori"

PalermoToday è in caricamento