Cacciatore (I Coraggiosi): "Palermo, settore cultura allo "s-bando"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Il settore della cultura e degli eventi a Palermo sembra essere allo sbando. Proprio la città che sulla cultura trova le sue fondamenta e ricchezza.

Eppure la situazione sembra davvero esser critica.Un teatro storico come il Biondo si trova in crisi da anni, 12 dipendenti già in cassa integrazione ed una campagna abbonamenti che non dà ne slancio né rilancio. Un capodanno gestito con poca professionalità,tra l'ambiguità dell'amministrazione con trattative iniziate ad agosto e poi sospese a poco più di un mese per aprire un bando, per il quale la tempistica ristretta non consentirebbe nemmeno i tempi per eventuali ricorsi di chi si sentirebbe leso dalle scelte dell'amministrazione. Non siamo in regime d'urgenza poiché si tratta di eventi previsti per date certe!

Per non parlare, inoltre, di uno dei criteri principali di selezione presente nel bando per la realizzazione di iniziative culturali ed eventi 'Natale 2016', in cui viene data priorità non al progetto migliore ma "all'operatore che nel corso dell'anno 2016 non ha collaborato col Comune". Il tutto dunque risulta essere discriminatorio, non tanto per i soggetti esclusi, ma nei riguardi della qualità delle offerte. I bandi sono fatti per garantire servizi e qualità in favore dei cittadini, a prescindere dai soggetti, ed il tutto nella piena trasparenza del percorso.

Siamo in campagna elettorale?Forse si, come spiegare altrimenti i tanti fondi messi a disposizione dall' amministrazione l'ultimo periodo del mandato e questi nuovi criteri che insinuano non pochi dubbi. Bèh, se così fosse, la strumentalizzazione della propria carica non è proprio simbolo di amore verso la città.. E non lo è nemmeno il non dimostrarsi all'altezza di gestire grandi eventi ed importanti teatri.

Isabella Cacciatore del Movimento dei Coraggiosi

Torna su
PalermoToday è in caricamento