menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Hackeraggi e veleni: oscurato il forum dei 5 Stelle, bloccati gli account

Spaccature ormai insanabili tra i grillini palermitani legati ai deputati nazionali e il gruppo di attivisti locali: lo scontro finisce in tribunale

Sfondo bianco, scritta nera: "Il forum è temporaneamente offline, ci scusiamo per il disagio". Veleni infiniti nel Movimento 5 Stelle. Presunti hackeraggi, censure e nuove denunce. Il nuovo terreno di scontro stavolta è il forum dei 5 Stelle al quale aderisce anche un gruppo di attivisti coinvolti nell’inchiesta. Secondo quanto racconta Repubblica Palermo Mauro Giulivi e Loredana Ceruso, gli amministratori del forum, avrebbero scoperto l’ammissione alla piattaforma senza alcuna autorizzazione di almeno una sessantina di militanti in lista d’attesa: fra questi ci sarebbero anche Vincenzo Pintagro (colui che ha denunciato la vicenda delle firme false) e Daniele Romano. Il sito è stato oscurato ed è stata presentata denuncia verso ignoti. “Voglio avere la certezza che nessun dato sia stato compromesso. Ho deciso quindi di sporgere denuncia contro ignoti anche a tutela dei dati personali di tutti”, scrive Giulivi in una mail agli utenti.

In realtà il colpevole dell’apertura del forum, stando al racconto, sarebbe  Adriano Varrica, esponente storico di M5S a Palermo in passato, amministratore del forum con password attive. La motivazione che avrebbe mosso Varrica nell’operazione: rendere più trasparente il confronto tra le diverse correnti interne al movimento.

Nei giorni scorsi aveva scatenato altre polemiche il compleanno del Grillo di Palermo, al quale aveva partecipato un nutrito gruppo di attivisti. Tra i presenti diversi esponenti sospesi per la vicenda delle firme false. Una presenza che non è piaciuta a qualcuno. Tensione, spaccature e malumori. Sullo sfondo restano le prossime amministrative palermitane su cui non si è trovata nessuna convergenza di alcun tipo. Varrica molto vicino all’area di Giampiero Trizzino  lancerebbe nella corsa verso Palazzo delle Aquile Ugo Forello di Addio Pizzo, mentre l’area nutiana vedrebbe bene la candidatura di Tiziana Di Pasquale. E intanto le comunarie restano "impantanate". Le consultazioni online per la scelta dei candidati a Palazzo delle Aquile sono state sospese da tempo. Un caso nel caso che mette in imbarazzo il M5S di Palermo, lacerato da liti e faide interne. Gli attivisti grillini, in primis i 122 selezionati per partecipare alle comunarie, hanno la consegna del silenzio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento