Lunedì, 14 Giugno 2021
Politica

Orlando, primi sei mesi da sindaco "Abbiamo rimesso in moto Palermo"

Il primo cittadino ha tracciato un primo bilancio da quando si è insediato a Palazzo delle Aquile. "Evitato il dissesto, finanziario ed etico. Abbiamo solo bisogno di tempo per tornare a essere quelli di dieci anni fa"

Prima conferenza stampa di Orlando pochi minuti dopo la sua elezione

E' tempo dei primi bilanci per l'amministrazione comunale. Sono trascorsi sei mesi dal 21 maggio, giorno in cui Leoluca Orlando è diventato sindaco di Palermo per la quarta volta, vincendo le elezioni al ballottaggio contro l'ex delfino Fabrizio Ferrandelli. Questa mattina il sindaco ha tenuto una conferenza stampa a Villa Niscemi per fare un primo resoconto della sua amministrazione e per rilanciare alcuni progetti in cantiere.

"Abbiamo rimesso in moto Palermo - ha detto il Sindaco - e abbiamo riacceso la speranza in una città che sembrava disperata e destinata al fallimento". Fallimento non soltanto finanziario "ma anche etico, scongiurando il dissesto economico rimettendo a posto i conti, prestando attenzione al mondo della scuola, del commercio, dei giovani, delle famiglie e dei senza casa". E ha proseguito: "Siamo convinti che il modo migliore per affrontare le emergenze sia un progetto. Non soltanto recuperando i beni monumentali ma anche realizzando opere strutturali come il passante ferroviario. I problemi sono enormi ma se siamo ancora qui e se non siamo ancora falliti vuol dire che ce la possiamo fare. Abbiamo solo bisogno di tempo per tornare a essere quelli di dieci anni fa".

Poi ha aggiunto: "Abbiamo disdettato tutti i contratti d'affitto e per il prossimo anno prevediamo 2,5 milioni di euro di economie solo dalla voce affitti. Stiamo valorizzando il patrimonio cittadino, il Comune ha 13 milioni di affitti passivi e solo 6 di affitti attivi. Tutte le strutture comunali - aggiunge il primo cittadino - saranno ospitate in immobili di proprietà del Comune ed in ogni caso prevediamo di rivedere i contratti d'affitto che non intendiamo strapagare". Tra le altre priorità da affrontare la messa in sicurezza del cimitero dei Rotoli e soprattutto interventi sulla discarica di Bellolampo. "Speriamo che i lavori di completamento della sesta vasca -ha detto Orlando - siano completati entro aprile, il termine della proroga concesso dal precedente governo regionale. Il presidente della Regione Crocetta ci ha assicurato che prorogherà il termine di aprile, ma speriamo che la protezione civile completi i lavori prima".

Riguardo alle infrastrutture, "nel 2013 in città ci saranno cantieri aperti per lavori pubblici per 500 milioni di euro", ha annunciato il Sindaco, ricordando che in questo primo semestre di governo è stato anche sbloccato l'iter per il passante ferroviario, che ridurrà i tempi di percorrenza tra l'aeroporto e Cefalù, e che è stata approvata la variante del tram con un investimento di 75 milioni di euro.

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Orlando, primi sei mesi da sindaco "Abbiamo rimesso in moto Palermo"

PalermoToday è in caricamento