Sabato, 25 Settembre 2021
Politica

Orlando: "Palermo vicina al popolo curdo, preoccupato per Ocalan"

A Villa Niscemi il sindaco ha incontrato Ozlem Tanrikulu, presidente dell'Ufficio Informazioni del Kurdistan in Italia: "Nel 2019 organizzeremo una serie di iniziative volte a tenere alta l’attenzione"

Questa mattina a Villa Niscemi il sindaco Leoluca Orlando ha incontrato Ozlem Tanrikulu - presidente di UIKI (Ufficio Informazioni del Kurdistan in Italia) ed i rappresentanti del comitato Palermo Solidale con il Popolo Curdo (Rete Kurdistan Italia), guidato da Giulio Franzitta, che oggi organizza una giornata dedicata alla solidarietà con la lotta per la libertà del popolo curdo.

L’iniziativa si svolge in occasione del terzo anniversario del conferimento della cittadinanza onoraria della Città di Palermo ad Abdullah “APO” Ocalan.  Palermo è stata la prima città a conferire la cittadinanza onoraria al leader curdo in Europa, aprendo la strada a numerosi altri  comuni tra cui Napoli, Reggio Emilia, Riace (RC), Palagonia (CT), Pinerolo (TO), Martano (LE), Muggiò (MO) e le città molisane di Campobasso, Catelbottaccio, Castel del Giudice. 

“La liberazione del leader curdo – si legge in una nota del Comitato -  è un requisito essenziale per la risoluzione del conflitto che affligge tra troppi decenni il popolo curdo, con il quale condividiamo la lotta per la libertà perché si batte contro l’oscurantismo, le dittature e per una società egalitaria".

"Esprimiamo grande soddisfazione - concludono i rappresentanti del Comitato - per la conferma da parte dell'Amministrazione comunale di Palermo del sostegno alla risoluzione della causa del popolo curdo e del suo massimo rappresentante Ocalan”.

“L’incontro di oggi – ha commentato il sindaco Leoluca Orlando – di fatto conferma l’attenzione e l’impegno di solidarietà dell’Amministrazione comunale per la causa del popolo curdo, espressi nel tempo anche con il conferimento della cittadinanza onoraria di Palermo ad Ocalan.  Oggi esprimiamo la nostra netta condanna per quello che sta accadendo in questi giorni nei confronti del popolo curdo. Il prossimo anno – conclude il sindaco di Palermo – organizzeremo una serie di iniziative volte a tenere alta l’attenzione sulla sistematica violazione dei diritti umani del popolo curdo e per ribadire il nostro impegno in difesa dei diritti dei curdi e di Ocalan, cui ribadisco la mia preoccupazione in ordine al suo stato di salute come prigioniero politico”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Orlando: "Palermo vicina al popolo curdo, preoccupato per Ocalan"

PalermoToday è in caricamento