Orlando contro il presidente della Rap: "Grave la sua assenza in Consiglio comunale"

Il sindaco se la prende con Giuseppe Norata: la causa del dissidio è la sua mancata partecipazione alla seduta in cui si è discusso della Cassa integrazione per Reset, altra società partecipata, che si occupa di servizi e manutenzione del verde e che versa in crisi economica

Norata e Orlando - foto archivio

Il sindaco Leoluca Orlando contro il presidente della società partecipata Rap che si occupa della gestione dei rifiuti, Giuseppe Norata. La causa del dissidio è la mancata partecipazione di Norata alla seduta del consiglio comunale in cui si discute della cassa integrazione per la Reset, altra società partecipata comunale, che si occupa di servizi e manutenzione del verde e che versa in crisi economica. Norata era stato invitato in Consiglio per discutere della possibile mobilità interaziendale di lavoratori da Reset a Rap, che consentirebbe di alleggerire la situazione finanziaria della prima, ma non ha partecipato alla seduta.

"Ritengo un grave errore l'assenza del presidente della Rap in consiglio comunale oggi perché appare poco rispettosa del ruolo dello stesso Consiglio, nonché dei rapporti fra l'azienda e l'Amministrazione - dice Orlando -. Siamo ben consci delle difficoltà in corso per la Rap, per altro rispecchiate dalle difficoltà nell'espletamento di alcuni servizi, ma non per questo possiamo accettare comportamenti come quello di oggi. Il tema in discussione, quello della mobilità interaziendale fra Rap e Reset, non è secondario e la sua rapida soluzione porterà benefici ad entrambe, oltre che alla qualità dei servizi resi ai cittadini. L'Amministrazione è impegnata a sostenere in ogni modo la Reset e la Rap, i loro lavoratori e i servizi resi. Ci aspettiamo da Rap e da ogni azienda - conclude Orlando - lo stesso spirito di collaborazione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a scuola, morta bambina di 10 anni dopo una caduta durante l’ora di educazione fisica

  • Coronavirus, nuova ordinanza: Sicilia diventa zona gialla

  • Sicilia in zona gialla: cosa si può fare e cosa no dal 29 novembre

  • L'esito dell'autopsia sul corpo della piccola Marta: "E' stata stroncata da un malore"

  • Covid, Musumeci firma nuova ordinanza: bar e ristoranti aperti dalle 5 alle 18, ok ai negozi nei festivi

  • Scambio di morti per Covid all'obitorio del Civico, famiglia seppellisce la salma di un altro

Torna su
PalermoToday è in caricamento