Mercoledì, 4 Agosto 2021
Politica

A Orlando la più alta onorificenza tedesca: "Impegnato per Europa senza confini"

Il primo cittadino è adesso commendatore dell'Ordine al Merito della Repubblica Federale di Germania. Un titolo concesso solo di rado a cittadini non tedeschi. Il Sindaco: "Riconoscimento per il cammino culturale svolto dalla città di Palermo"

L'ambasciatore della Repubblica federale tedesca Viktor Elbling, nel corso di una cerimonia che si è svolta a Roma presso l'ambasciata tedesca in Italia, ha consegnato al sindaco Leoluca Orlando, la più alta onorificenza tedesca, di rado concessa a un cittadino non tedesco. "Sono estremamente lieto - ha detto Elbling rivolgendosi a Orlando - di consegnarle, a nome del presidente federale Frank Walter Steinmeier l'onorificenza nel grado di commendatore dell'Ordine al Merito della Repubblica Federale di Germania". "Alla mia lettera con la quale le avevo annunciato il conferimento dell'onoreficienza, lei mi ha risposto definendo l'Europa quale 'patria di tante patrie' che deve essere costruita e custodita. La nostra Europa, patria delle patrie, è al centro del suo operato politico e personale, caro Sindaco Orlando. Ne è testimone la sua vita", ha proseguito l'ambasciatore nel suo discorso.  

Un riconoscimento che coinvolge anche la questione dei migranti: "In ogni tappa della sua vita politica, lei, caro sindaco Orlando, si è battuto per un'Europa unita senza confini, per un'Europa forte con una società civile forte. Ne è testimone, per citare l'esempio più recente, la Conferenza delle Citta con sindaci di tante metropoli europee, da Atene a Potsdam, conclusasi la settimana scorsa a Palermo, per affrontare la migrazione e l'integrazione in uno spirito solidale europeo. Lei ci fa presente che le città sono protagoniste di una politica europea delle società. Nel 2015, con la Carta di Palermo, tanti sindaci, ispirati e guidati da lei, hanno manifestato per una politica umana, direi umanista, per accogliere migranti che fuggono da aree devastate", ha ricordato Elbling. 

Il riconoscimento riguarda anche i meriti culturali del sindaco, che ha studiato presso l'università di Heidelberg, per il suo impegno nella cooperazione culturale italo-tedesca in una visione europeista. "Non èun caso che il Goethe Institut abbia scelto Palermo come prima sede in assoluto nel mondo per un Istituto culturale franco-tedesco, curato da artisti italiani", ha sottolineato l'ambasciatore. Infine, il riconoscimento vale anche per il contributo del sindaco nel diffondere la lotta alla mafia e per l'affermazione della legalità.

"Ringrazio l’ambasciatore Viktor Elbling e il presidente della Repubblica federale tedesca Frank Walter Steinmeier per il conferimento di questa importante onorificenza, che non è alla mia persona quanto al cammino culturale svolto dalla città di Palermo  - ha detto Orlando -  che conferma il proprio ruolo strategico di connessione tra il Mediterraneo e la Mitteleuropa. Per giungere a questo risultato Palermo si è liberata dell’idea di concepire le proprie radici come gabbia escludente. L’Europa come patria delle patrie, l’Europa come nuovo umanesimo che oggi deve confrontarsi con la drammatica questione dei migranti che richiama tutti al valore della vita umana.Così come la lotta contro le mafie per la legalità per affermare i diritti delle persone. “Io sono persona”, “Io sono comunità” è l’orizzonte che ispira la città di Palermo. Questa importante onorificenza è un riconoscimento al cambiamento e per questo ringrazio tutti a nome della città di Palermo e mio personale".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Orlando la più alta onorificenza tedesca: "Impegnato per Europa senza confini"

PalermoToday è in caricamento