Politica

Lentini (Mna): "Condanno ogni forma di violenza (anche verbale), ma il tempo di Orlando è finito"

Il capogruppo all’Ars del Movimento Nuova Autonomia Totò Lentini commenta così la notizia del primo cittadino di Palermo che ha deciso di bloccare i commenti sulla sua pagina ufficiale di Facebook,

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

"Condanno ogni forma di violenza fisica, verbale e da tastiera, ma certamente ritengo opportuno, per il bene di Palermo e dei suoi cittadini, che il sindaco, ormai stanco e incapace di affrontare le difficoltà di una città così bella e complessa, rimetta il suo mandato e rassegni le dimissioni". Così il capogruppo all’Ars del Movimento Nuova Autonomia Totò Lentini commenta la notizia del primo cittadino di Palermo che ha deciso di bloccare i commenti sulla sua pagina ufficiale di Facebook, disabilitando ogni forma di dialogo anche sui social. La scelta del sindaco dopo la valanga di insulti ricevuti per aver partecipato (e non è la prima volta) alla preghiera di chiusura del Ramadan nel piazzale di via Padre Messina al Foro Italico. "Orlando ha perso di vista ciò che è necessario per questa città - prosegue Lentini - Non è tanto il partecipare alla preghiera di fine Ramadan che dà fastidio, ma il fatto che per i palermitani ci siano restrizioni diverse vista la pandemia, come la chiusura delle spiagge o del lungomare. Per non parlare, poi, di una città ormai totalmente alla sbando. Ritengo che il tempo di Orlando sia già finito. Da un po'".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lentini (Mna): "Condanno ogni forma di violenza (anche verbale), ma il tempo di Orlando è finito"

PalermoToday è in caricamento