Politica

“Palermo quasi fuori dal tunnel” Orlando positivo sul futuro

Il Sindaco è interervenuto al Consiglio comunale per tracciare un bilancio dei primi sei mesi di attività. "Abbiamo dimostrato di saper coniugare emergenza e progetto". Prima linea del tram attiva per il Festino

Leoluca Orlando dopo aver vinto le elezioni

"Palermo non è ancora fuori dal tunnel, ma già si vede l'uscita". A dirlo è stato il sindaco, Leoluca Orlando, intervenendo al Consiglio comunale per tracciare un bilancio dei primi sei mesi di attività. "In questo semestre - ha aggiunto - abbiamo dimostrato di saper coniugare emergenza e progetto. Io oggi sono qui non per una scelta obbligata, ma per esprimere apprezzamento al Consiglio comunale e l'auspicio di continuare a lavorare con spirito di collaborazione. Il nostro obiettivo è dare un taglio progettuale alle cose che si fanno per avere un respiro lungo".

BILANCIO - “Col lavoro sul bilancio - dice il Sindaco - abbiamo evitato il fallimento e che i costi delle aziende comunali trascinassero nel baratro la città. Grazie alla ripresa della lotta all'evasione sono stati emessi nuovi ruoli per 30 milioni di euro. Nel bilancio 2013 ci sarà la fiscalità premiale con una riduzione di tasse per chi è in regola o per incentivare la piccola impresa”.

PARTECIPATE-  "Abbiamo trovato – ha proseguito - le aziende partecipate in uno stato gravissimo in termini finanziari e organizzativi. Ma da agosto c’è una regia unica. Nel 2012 è stato ridotto l'indebitamento verso l'azienda trasporti Amat di 44 milioni. Oggi si riunisce il gruppo di
coordinamento tra le aziende per la gestione delle segnalazioni dei disservizi. Su Amia più volte abbiamo lamentato la scandalosa gestione dei commissari che fa perdere 2 milioni di euro al mese e non garantisce i servizi. Speriamo che a febbraio il tribunale fallimentare dia la possibilità di chiudere con la gestione commissariale”.

TRAM, ANELLO FERROVIARIO E PASSANTE - “Nel 2012 – afferma Orlando - è stato sbloccato l'appalto dei tram: la prima linea sarà attiva entro il prossimo Festino di Santa Rosalia”. Ma non solo tram, anello ferroviario e passante: “E' stato ripreso – aggiunge - lo studio per la metropolitana De Gasperi-stazione centrale.

NODO GESIP - “Con la cig la vertenza è entrata in un sistema di gestione ordinaria delle vertenze, garantendo reddito ai lavoratori e servizi alla città”. L'obiettivo è la società consortile che metterà ordine alle partecipate: "Il piano industriale - assicura il primo cittadino - sarà fatto da e con il consiglio comunale e i sindacati. Sarebbe scandalosa la nomina di commissari straordinari Gesip pagati come quelli Amia. Gesip va chiusa e i lavoratori devono lavorare. Il piano industriale per
tutte le aziende ridurrà i costi di gestione del personale e garantirà il coordinamento dei servizi".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Palermo quasi fuori dal tunnel” Orlando positivo sul futuro

PalermoToday è in caricamento