menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Caso Open Arms, udienza palermitana di Salvini rinviata a gennaio

Era prevista per stamattina ma vista la concomitanza con il processo relativo alla vicenda della nave Gregoretti a Catania la difesa ha chiesto lo spostamento. Il leader della Lega: "Mi fa strano perché le aule bunker le ho sempre viste in televisione..."

Si terrà il prossimo 9 gennaio davanti al gup di Palermo Lorenzo Iannelli, l'udienza preliminare per il caso Open Arms che vede indagato Matteo Salvini. L'udienza era prevista per stamattina ma vista la concomitanza con l'udienza preliminare del caso Gregoretti a Catania la difesa ha chiesto il rinvio ad altra data. E il gup poco fa l'ha accolta. In aula il pm Geri Ferrara. Salvini è indagato per sequestro di persona e omissione di atti ufficio per avere impedito alla nave della ong spagnola Open Arms di attraccare a Lampedusa nell'agosto del 2019. A bordo c'erano 151 migranti, rimasti in mare per 19 giorni

Salvini si è presentato stamattina nell'aula bunker di Catania accompagnato dal suo legale, l'avvocato palermitano Giulia Bongiorno, arrivata con un trolley pieno di carte. "Mi fa strano - aveva detto ieri - perché le aule bunker le ho sempre viste in televisione per ascoltare i pentiti nei processi di mafia, io sarò in questa aula bunker ma potrò essere a Catania e non a Palermo. A Palermo andrò un'altra volta. Difficile essere contemporaneamente in entrambe le città, per rispondere della stessa accusa sia a Palermo e sia Catania" ossia "per aver controllato i confini, ridotto gli sbarchi, contrastato gli scafisti, senza che nessuno morisse e si ferisse, a differenza di quanto accaduto negli ultimi mesi, con morti, feriti, annegati e gente che si è buttata in mare".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento