Via montepellegrino, Occhipinti: “Marciapiede sparisce per un cantiere privato”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

"Non c'è pace per i residenti di via Montepellegrino che, oltre a dovere convivere con le sporcizie del mercato, l'inciviltà di chi ha scambiato la strada per una discarica e un gabinetto per cani, problemi segnalati da moltissimo tempo e che aspettano una risposta concreta dall'amministrazione, ora vedono porzioni di marciapiede scomparire costringendoli a dovere camminare per strada con tutti i pericoli che ne derivano". Lo dice il consigliere comunale di Palermo del gruppo Misto Filippo Occhipinti.

"E' la situazione che si è determinata all'altezza del civico 167 - dice Occhipinti - dove la delimitazione di un cantiere edile per un palazzo in costruzione ha fagocitato l'intero marciapiede per un tratto di almeno 30 metri, costringendo i residenti a camminare per strada oppure ad attraversare per raggiungere il marciapiede opposto. Una situazione che ho segnalato ai vigili urbani di zona e all'ufficio Traffico: è necessario ripristinare un corridoio pedonale limitrofo al cantiere e prevedere anche un divieto di sosta in prossimità del cantiere, almeno nel periodo dei lavori, per renderne sicuri i pedoni che transitano. Ho chiesto anche vengano rifatte tutte le strisce pedonali che sono completamente sparite".

Torna su
PalermoToday è in caricamento