Domenica, 17 Ottobre 2021
Politica

Tari, Occhipinti: “Interpretazioni a danno dei pensionati”

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

“Il Comune interpreta il regolamento Tari a modo suo e finisce col danneggiare i pensionati: già si tratta di una tassa iniqua, ma così diventa devastante”. Così il consigliere comunale di Palermo Filippo Occhipinti commenta l’incontro tra l’amministrazione e i sindacati dei pensionati sull’applicazione del tributo.

“Questo assessore e questi uffici ci hanno abituato da tempo a cose del genere - dice Occhipinti - avevo proposto al consiglio, che l’ha anche approvato, l’istituzione di un capitolo di bilancio che sarebbe stato utilizzato per venire incontro a chi non ha reddito ed è individuato come soggetto passivo, ma tutto è rimasto nel cassetto dell'assessore che invece ha risparmiato, con queste interpretazioni, 300-400 mila euro di esenzioni e agevolazioni non concesse. Da anni denuncio le continue interpretazione del regolamento a danno non solo dei pensionati, ma anche di tutti coloro hanno diritto ad ottenere le esenzioni e agevolazioni. L'intero regolamento necessita di una modifica perché sia meno aperto alle interpretazioni di chi continua a rivelarsi inadeguato a svolgere il proprio ruolo. Incontrerò i sindacati e gli operatori del settore per mettere a punto un nuovo regolamento, ma nel frattempo il sindaco non può fare finta di niente: la giustizia sociale è stata calpestata”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tari, Occhipinti: “Interpretazioni a danno dei pensionati”

PalermoToday è in caricamento