Rastrelliera sotto le mura puniche, Occhipinti: "Da incompetenti"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

"L'istallazione della rastrelliera del bike sharing vicino la antiche mura puniche, sotto la chiesa di San Cataldo, è una scelta da incompetenti che dimostra il poco amore per questa città, per la sua storia e le sue bellezze. Le rastrelliere e la centralina vanno posizionate in un altro posto, dove non intralciano e possano essere utili per lo sviluppo del bike sharing, uno strumento da promuovere. Queste scelte assurde però fanno riflettere sulla classe dirigente di Palermo,  Meno male che ci sono cittadini attivi nei comitati civici che giornalmente segnalano questa e altre anomalie. Il loro spirito e il loro attivismo mi fa sperare in una città migliore, in cui i cittadini siano i veri protagonisti delle scelte di gestione nella città". Lo dice il capogruppo di Comitati Civici al consiglio comunale di Palermo Filippo Occhipinti.

Torna su
PalermoToday è in caricamento