Occhipinti (Comitati civici): “A Palermo servono gli ispettori ambientali”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

"Palermo differenzia 2, dopo tre anni di ritardi, dovrebbe partire a breve, come mi ha confermato il presidente della Rap Roberto Dolce, così da far arrivare a 250mila i cittadini serviti dal porta a porta: aumentare la differenziata è una priorità e per questo non possiamo che lodare il lavoro del Movimento cinque stelle che ha proposto gli accertatori ambientali e presentato un esposto alla Corte dei Conti per individuare i responsabili dei ritardi che provocano danni ai comuni e ai cittadini che pagano le tasse. Più volte abbiamo chiesto, anche in commissione bilancio, di istituire a Palermo gli ispettori ambientali, ma finora siamo rimasti inascoltati: Palermo Ambiente, con i suoi 70 dipendenti e un costo di 4 milioni l'anno più iva, può e deve essere usata in questo senso. Non bastano più le multe a Rap, che arrivano ad appena 600 mila euro l'anno. Bisogna far uscire la città dalla morsa dei rifiuti, basta con questi incredibili ritardi". Lo dice il capogruppo dei Comitati Civici al consiglio comunale di Palermo Filippo Occhipinti.

Torna su
PalermoToday è in caricamento