Sabato, 31 Luglio 2021
Politica Libertà

Nuove nomine commissari Iacp, Federcasa chiede che il termine sia perentorio

La richiesta al governatore Musumeci

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Nella manovra finanziaria è già previsto lo scioglimento dei 10 Istituti Autonomi Case Popolari della Sicilia per trasformarli in una nuova Agenzia. Nel frattempo, però, il governo procede con la conferma degli incarichi o con nuove nomine di commissari al vertice degli Istituti autonomi case popolari. Dopo il ritiro, in forza dello spoils system, dei precedenti commissari e le nomine per pochi mesi – nelle more delle scadenze elettorali – affida ad uomini fidati, ed alcuni senza nessuna esperienza nel settore, il potere necessario per accompagnare il fine vita degli Istituti Autonomi.

Nel caso degli I.A.C.P., come suddetto, gli incarichi vengono conferiti nell’attesa che la Finanziaria dia vita alla riforma, anche istituzionale, relativa alla nascita dell'Agenzia regionale per le politiche abitative. La scadenza dell'incarico dei commissari è così prevista per il 30 settembre 2018, data nella quale – si presume - diventerà operativo il nuovo ente. FEDER.CASA SICILIA, auspica e chiede formalmente al Governatore MUSUMECI che, la scadenza del 30 settembre, sia perentoria. Il Personale ed il patrimonio immobiliare dei 10 enti, tra l'altro come affermato dal Governatore stesso, durante alcuni Suoi interventi pubblici, sarebbe dovuto transitare ad un nuovo ente ed addirittura era in piedi l'ipotesi di affidare l'IACP alle Provincie Regionali, attraverso un apposito disegno di legge che sarebbe stato deliberato dalla giunta e poi trasmesso all'Assemblea Regionale, la quale, sembrava dovesse solo ratificare la proposta avanzata dal Governatore formulata assieme all'assessore alle Infrastrutture Marco Falcone e al dirigente del dipartimento Fulvio Bellomo.

In Sicilia, e sono parole del Governatore Musumeci, "mancano 40.000 alloggi popolari ed in più, 4000 alloggi sono occupati abusivamente e molti Istituti dagli stessi incassano gli affitti, innescando un processo illegale" osiamo dire insostenibile che ha visto in un ultima sentenza, apparsa su tutti i giornali, dare ragione al cosiddetto abusivo, punendo così sempre più gli aventi diritto che da lustri rimangono in attesa di alloggio. Se il tema casa, come da programma elettorale e continuamente affermato dal Presidente della Regione era prioritario, FEDER.CASA SICILIA, non capisce il perchè di tali nomine, tra l'altro affidate ad alcuni personaggi che di I.A.C.P., non ne hanno mai sentito l'odore e che servono, secondo il Nostro umile parere, solo ad allungare la ormai decennale agonia degli Istituti senza dare soluzioni per il diritto alla casa dei Siciliani. Pur non di meno, vogliamo accogliere il fatto che tali nomine siano state fatte in attesa delle prossime elezioni amministrative, o per premiare qualche buon amico, ma ribadiamo, e chiediamo al Governo Siciliano, di comunicare ufficialmente al popolo Siciliano anche in sede di Consiglio Regionale che il termine del 30 settembre non è prorogabile e che la soluzione futura è già pronta, comunicando in quale modo si vuole risolvere l'annoso problema. Intanto auguriamo ai nuovi commissari un buon lavoro. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuove nomine commissari Iacp, Federcasa chiede che il termine sia perentorio

PalermoToday è in caricamento