Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Politica

“Il numero antiviolenza sugli scontrini a Palermo e provincia”: la proposta del Pd per spingere le vittime a denunciare

Promotrice dell'iniziativa Tiziana Calabrese, segretaria del circolo del Centro Storico. In Consiglio comunale approderà un documento, su proposta della consigliera Milena Gentile, per impegnare Sindaco e Giunta a stipulare convenzioni con la grande distribuzione, Federfarma, Ordine dei farmacisti e Confcommercio

Inserire il 1522, numero nazionale antiviolenza e stalking, su tutti gli scontrini di farmacie pubbliche e private, di attività commerciali ed artigianali e sui biglietti dei parcheggi e mezzi pubblici. A lanciare la proposta, con l’obiettivo di incoraggiare le vittime a denunciare, sono i circoli del Partito democratico di Palermo e provincia. "Alla luce dei dati emersi nei mesi di lockdown, che hanno fatto purtroppo registrare un aumento dei casi di violenza in ambito domestico, potenziare l’informazione e la diffusione del numero 1522 - dichiara Tiziana Calabrese, segretaria del Circolo Pd del Centro Storico di Palermo e promotrice dell'iniziativa - può salvare tante vite. L’obiettivo – aggiunge -  è raggiungere il maggior numero possibile di persone nei luoghi in cui si svolge la quotidianità. In tal senso stiamo incentivando accordi e protocolli di intesa che consentano una sinergia tra istituzioni, associazioni e soggetti presenti sul territorio che possano intercettare la violenza e uniformare gli strumenti di lotta”.

Il documento sottoscritto dai circoli di Palermo approderà anche in Consiglio comunale su proposta della consigliera Milena Gentile: “Porrò ai voti un atto di indirizzo politico per impegnare Sindaco e Giunta a stipulare apposite convenzioni con la grande distribuzione, la Federfarma, l'Ordine dei farmacisti, Confcommercio e tutte le organizzazioni di settore, prendendo le mosse dall'obbligo introdotto dalla legge di bilancio 2020 all’esposizione del numero 1522 nei locali delle amministrazioni pubbliche dove si erogano servizi diretti all’utenza”.

Il tema della violenza di genere sarà affrontato anche nel corso della Festa dell’Unità di Palermo. “Stiamo sostenendo in tutte le forme le iniziative a sostegno delle donne – ricorda il segretario provinciale Rosario Filoramo -. Durante la prossima festa, in programma dal 28 settembre al 3 ottobre al Parco Villa Filippina, verrà presentata l’iniziativa e sarà attivo uno sportello informativo. Il secondo giorno di Festa sarà inoltre dedicata al tema della “questione di genere: da casa nostra all’Afghanistan”.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Il numero antiviolenza sugli scontrini a Palermo e provincia”: la proposta del Pd per spingere le vittime a denunciare

PalermoToday è in caricamento