Giovedì, 29 Luglio 2021
Politica

Sicilia Futura indica Cimino per l'Amat, Sinistra Comune non ci sta: crepe nella maggioranza

Giusto Catania e compagni non digeriscono il nome dell'ex esponente di Forza Italia, in passato vicino a Gianfranco Miccichè, nonché ex assessore dei governi Cuffaro e Lombardo. Chiesto un incontro al sindaco. Le nomine nelle aziende slittano dopo il Festino

Michele Cimino

Sicilia Futura indica Michele Cimino per la presidenza di Amat e si aprono "crepe" nella maggioranza orlandiana. La notizia, anticipata dal Giornale di Sicilia, provoca la reazione di Sinistra Comune. Giusto Catania e compagni mal volentieri digeriscono il nome dell'ex esponente di Forza Italia e Grande Sud, in passato vicino a Gianfranco Miccichè ed anche assessore dei governi Cuffaro e Lombardo. 

Dopo il "no" a Domenico Macchiarella, che dovrebbe trovare posto in un altro Cda (si parla dell'Amg), fa discutere un altro nome proposto da Sicilia Futura. Il partito dell'ex ministro Totò Cardinale, rappresentato a Palermo da Edy Tamajo, però tira dritto nella convinzione che Cimino sia la persona giusta per rilanciare un'azienda in crisi come l'Amat.

Sinistra Comune però non molla ed vuole incontrare il sindaco Orlando, puntando sul fatto che l'accordo per le partecipate si basava sull'indicazione di tecnici di area e non di politici puri. Tutto però è rimandato a dopo il Festino, quando si dovrà chiudere il cerchio anche su Amg Energia. Azienda destinata, nella lottizzazione decisa dal primo cittadino e dai partiti che lo sostengono, proprio a Sinistra Comune. La nomina di Mario Butera è slittata per problemi burocratici legati alla convocazione dell’assemblea dei soci. Mentre sta per essere formalizzata quella di Giuseppe Norata alla Rap, in quota Pd area renziana.

Il Pd, in questo frangente, non si pronuncica malgrado Sinistra Comune abbia cercato sponda. I dem infatti si stanno giocando la loro partita per il rimpasto di Giunta. L'obiettivo è di strappare due assessori a Orlando. L'ipotesi Teresa Piccione non piace alla corrente di Cracolici, che avrebbe chiesto una figura di sintesi tra le varie anime del partito. La Piccione, da sempre con Giuseppe Lupo alleata di Orlando, però sembrerebbe inamovibile nel risiko della Giunta.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicilia Futura indica Cimino per l'Amat, Sinistra Comune non ci sta: crepe nella maggioranza

PalermoToday è in caricamento