Ztl, Nicolao e Susinno: "Si brinda per le tante multe giustamente annullate"

Il vice presidente della Prima circoscrizione e il consigliere comunale si sono dati appuntamento nel luogo dove, esattamente un anno fa, si raccolsero le firme per sensibilizzare le autorità preposte a trovare una soluzione rispetto a quella che era stata definita "un'ingiustizia sociale"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Ci siamo ridati appuntamento proprio lì, dove esattamente un anno fa si raccolsero le firme per sensibilizzare le autorità preposte a trovare una soluzione rispetto a quella che era stata definita "un'ingiustizia sociale". Questa volta - dicono Antonio Nicolao, vice presidente della Prima circoscrizione e Marcello Susinno, consigliere comunale - con lo spumante in mano dato che la Prefettura ha correttamente accolto i tanti ricorsi legati alla circostanza di un'unica omissione consistente nel non aver rinnovato il pass. Quello fu un fine anno da incubo per molti di loro, come per Ferdinando Caruso che con le sue 130 multe ha detenuto lo scettro di re “tutte annullate”, mentre la signora Massimiliano ha pensato bene di preparare l’albero di Natale di casa sua sostituendo le palline con le 67 buste di annullamento ricevute dalla Prefettura. Ci siamo fatti carico - continuano Nicolao e Susinno, unitamente al presidente Massimo Castiglia ad avanzare più proposte ritenendo ingiusto fare pagare multe fino a 12 mila euro. Oggi riteniamo corretto - concludono Nicolao e Susinno - che l'amministrazione ha posto in essere una serie di accorgimenti per evitare che si possano ripetere casi del genere stante l'obiettivo della Ztl che non è quello di fare cassa, ma di tutelare la salute pubblica.

Torna su
PalermoToday è in caricamento