menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Palazzo d'Orleans: Musumeci riceve il generale Cavallo, neo comandante interregionale carabinieri

La promessa del governatore: "La Regione continuerà nel quotidiano impegno in materia di sicurezza, predisponendo un sistema di videosorveglianza nelle campagne per scongiurare furti ed episodi di microcriminalità"

Visita di cortesia del nuovo comandante interregionale dei carabinieri “Culqualber”, il generale di Corpo d’armata Gianfranco Cavallo, a Palazzo Orleans. A riceverlo il presidente della Regione, Nello Musumeci. Il neo comandante, accompagnato dal generale di Brigata, Rosario Castello, comandante della Legione Sicilia, era stato in servizio a Palermo negli anni Novanta, nel pieno dell’azione di contrasto a cosa nostra, in qualità di responsabile della sezione di polizia giudiziaria nel Tribunale nonché comandante del Reparto operativo.

"Musumeci - dicono dalla Regione - ha ringraziato gli alti ufficiali per la visita e nel corso del colloquio ha manifestato l’esigenza di una vigilanza particolarmente attenta nelle aree rurali del territorio, ricevendo rassicurazioni, in tal senso, di un potenziamento del servizio di vigilanza da parte dell’Arma nelle campagne".

"La Regione Siciliana, per parte sua - ha detto Musumeci - continuerà nel quotidiano impegno in materia di sicurezza, predisponendo un sistema di videosorveglianza nelle campagne per scongiurare furti ed episodi di microcriminalità, attraverso l’utilizzo dei fondi del Pon Sicurezza. Maggiore vigilanza, controllo del territorio e sistemi di videosorveglianza e telecontrollo possono costituire un valido deterrente contro i malviventi". 

"Il generale Cavallo - spiegano dalla Regione - ha espresso un apprezzamento nei confronti del governo Musumeci per gli interventi in corso d’opera che riguardano la riqualificazione strutturale delle caserme dei carabinieri nell'Isola".

Il generale Gianfranco Cavallo, che viene dal precedente incarico di comandante della divisione Unità specializzate, ha ricoperto nella sua carriera incarichi importanti nelle diverse organizzazioni dell’Arma dei carabinieri: oltre al comando generale, dove è stato, fra i diversi incarichi, capo del terzo e quinto reparto occupandosi del processo di informatizzazione dell’Amministrazione e delle relazioni con la stampa, ha prestato servizio a Napoli come comandante della Legione e a Bari come comandante provinciale. 

Questa mattina ha fatto visita anche ai carabinieri della Sicilia, dove è stato ricevuto dal comandante della Legione, il generale di Brigata Rosario Castello. Nel corso dell’incontro – tenutosi nel più rigoroso rispetto della vigente normativa anti-Covid – l’alto ufficiale ha parlato a una rappresentanza di personale degli uffici dello Stato Maggiore, dei comandi provinciali, delle Unità facenti capo alla linea speciale, nonché del Consiglio di base della rappresentanza militare, e dell’Associazione nazionale carabinieri evidenziando l’importanza dei reparti territoriali in generale e delle stazioni carabinieri in particolare, centro motore attorno al quale ruotano i reparti specializzati dell’Arma, per il controllo del territorio e il servizio al cittadino. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento