rotate-mobile
Politica

Sindaco, finalissima 5 Stelle: "Non temiamo Orlando, possiamo fare meglio"

Sul palco - per le "graticole" - sono saliti tre dei quattro candidati al ballottaggio dopo le Comunarie. Promesse, obiettivi, ambizioni di Ugo Forello, Giulia Argiroffi e Giancarlo Caparrotta

Riflettori puntati sul cinema De Seta. I candidati a sindaco del Movimento 5 Stelle restano sulla "graticola" per due ore. Sul palco del cinema dei Cantieri culturali della Zisa sono saliti tre dei quattro candidati al ballottaggio dopo le Comunarie, Ugo Forello, Giulia Argiroffi, Giancarlo Caparrotta. Una sorta di tribuna elettorale 2.0. Quello che è andato in scena è stato un talk show, un confronto con gli attivisti e una raffiche di domande su temi tra i più disparati, dalle informazioni personali ai progetti per Palermo. Intanto nel pomeriggio si è ritirata dalla competizione Tiziana Di Pasquale.

Igor Gelarda, come noto, non ha partecipato alle "graticole". Il poliziotto-sindacalista era però presente al De Seta in platea. A fine dibattito visibilmente emozionato ha salutato gli attivisti del M5S. Gelarda comunque non è rimasto con le mani in mano. Da quanto si apprende da fonti a lui vicine è stata aperta una pagina facebook che si chiama "Palermo a 5 Stelle aperta a Tutti", tra gli amministratori Ambrogio Conigliaro, consigliere Comunale di Carini del Movimento. In poche ore vi hanno aderito quasi 1000 iscritti. La pagina Facebook servirà come contenitore per raccogliere, in maniera partecipata, le segnalazioni che arriveranno in merito alle problematiche su Palermo e le indicazioni per le loro risoluzioni.

I candidati del Movimento 5 Stelle si presentano VIDEO

Ecco il resoconto della serata con i momenti più salienti:

22.14 - "Faccio l'avvocato, non ho mai strumentalizzato  l'antimafia". A dirlo è Ugo Forello,  che interviene infine sul caso firme: "E' un'assoluta fesseria, ma il M5s doveva essere collaborativo sin da subito".

22.07 - Raggi o Appendino come modello di sindaco? "Scelgo la Appendino". Così Claudia Argiroffi, secondo cui "il nuovo sindaco deve lavorare a stretto contatto con le risorse umane presenti in Comune".

21.59 - Sulle amministrative Caparrotta aggiunge: "Non bisogna vincere per forza, ma partecipare e giocare al meglio la partita. Non temo nulla di Orlando, noi possiamo fare meglio". Dalla platea qualcuno urla ''dobbiamo vincere''. "Non sempre è possibile", replica Caparrotta.

21.55 - "Sono per l'accoglienza totale. Non riuscire mai a chiudere le porte a nessuno. Storicamente la Sicilia è sempre stata soggetta a flussi migratori. Fa parte del nostro DNA accogliere gli altri". Così Caparrotta sul tema dell'immigrazione.

21.49 - Cosa salvare dell'amministrazione Orlando? Risponde Caparrotta: "Demoliamo tutto. No, scherzo. L'unica cosa che salvo è il processo di internazionalizzazione di Palermo. Il riconoscimento Unesco ci sta dando molta visibilità e sta portando più turisti".

21. 34 - Personale e conti del comune: su questo tema, secondo Forello "è vero che il costo del dipendenti è troppo alto. Dobbiamo lanciare un'operazione verità, ma per farlo dobbiamo studiare i bilanci di Comune e partecipate. Nessuno ha la bacchetta magica. Problemi che persistono da decenni non si possono risolvere dall'oggi al domani. Chi lavora al Comune comunque deve fare il proprio dovere, no ai fannulloni generati dalla disorganizzazione".

21.20 - Beni comuni, recupero della costa, decoro urbano (con particolare riferimento alla Favorita ed al campo nomadi), reddito di cittadinanza, riqualificazione periferie e borgate, conti del Comune e delle partecipate: ecco alcune delle domande formulate dagli attivisti presenti al "De Seta".

21.13 - Adesso i tre candidati si sottoporranno al fuoco di fila delle domande degli attivisti grillini.

21.05 - Il primo atto da sindaco... Sollecitati dal moderatore, ecco cosa hanno risposto i tre candidati. "E' necessario - Caparrotta - parlare con chi ha le leve del comando, ovvero i dirigenti del Comune". Sulla stessa scia Forello, che individua nella "razionalizzazione della macchina amministrativa, il taglio degli sprechi e l'erogazione dei servizi sociali e per l'infanzia le priorità". La Argiroffi come primo atto simbolico "pianterebbe i ficus estirpati da piazza politeama".

21.02 - Tram, Ztl e traffico: sui temi della mobilità ricette differenti. Per Caparrotta "la mobilità è una scienza. Non ci sono provvedimenti sbagliati in toto, ma si poteva fare meglio. All'ufficio traffico ci sono poche persone, che non sono nelle condizioni di fare molto. Dobbiamo aiutarli". Aggiunge Argiroffi: "E' mancata la pianificazione. Al posto del tram con la stessa cifra si potevano comprare 450 Bu elettrici". Per Forello "è sbagliato portare il tram in centro. Meglio connettere le periferie".

20.57 - Questione rifiuti, tema "caldo" della campagna elettorale. "Non faremo sconti a nessuno - dice Ugo Forello -. Difficile però fare peggio di adesso. Palermo ha una differenziata da terzo mondo. Bisogna lavorare molto sull'educazione ai cittadini". Per Argiroffi "la priorità è la messa in sicurezza e il monitoraggio di Bellolampo". Da Caparrotta l'invito ad una buona comunicazione. I problemi si possono risolvere. Ci sono delle pentole bollenti da scoperchiare perché i rifiuti sono un sistema di potere".

20.44 - "Il caso delle firme false ha influito zero". Così Caparrotta, che aggiunge: "Adesso dobbiamo pensare a preparare la squadra da presentare alle elezioni". Per Argiroffi invece la vicenda "ha rallentato il M5S. Siamo ora qui per ripartire. Questo stop ci è servito per approfondire certi punti programmatici". Chiude Forello: "il caso è stato complesso, ma non ho nulla da aggiungere rispetto a quanto hanno stabilito i probiviri del m5s. Trasparenza e onestà devono sempre essere sempre un must. A differenza di altri casi, nel movimento ci sono state sospensioni e allontanamenti".

20.30 - Nel primo intervento delle graticole i candidati del movimento 5 Stelle hanno tratteggiato un loro breve profilo biografico. Ad iniziare è stata Claudia Argiroffi, mamma e progettista. È tra i promotori della ricostruzione di Villa Deliella, simbolo del sacco di Palermo. A seguire Giancarlo Caparrotta, ingegnere ambientale con varie esperienze all'estero, che adesso è un microimprenditore nel settore turistico; Ugo Forello, di professione avvocato, ha sottolineato il suo impegno per la città. È stato infatti uno dei fondatori di Addiopizzo. Subito dopo i candidati hanno spiegato il perché hanno deciso di candidarsi. Il confronto tra i candidati è in diretta streaming.

20.18 - Si parte. Il confronto fra i candidati del M5S è moderato da Mario Barresi, giornalista de "La Sicilia". 

20.11 - Tutto pronto per l'inizio delle "graticole". Secondo quanto si apprende, Tiziana Di Pasquale, non farà parte nemmeno n della lista che i grillini presenteranno al Consiglio comunale.


 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sindaco, finalissima 5 Stelle: "Non temiamo Orlando, possiamo fare meglio"

PalermoToday è in caricamento