rotate-mobile
Martedì, 5 Luglio 2022
Politica

"Indifendibili": il Movimento 5 Stelle silura Mannino, Di Vita e Nuti

Anche chi era orientato a tenerli dentro il gruppo parlamentare adesso ha cambiato idea. Rinviata per ragioni politiche l'assemblea congiunta di deputati e senatori del M5S

L'assemblea congiunta di deputati e senatori del Movimento 5 stelle, in programma originariamente per stasera, è stata rinviata a domani nel tardo pomeriggio. Lo slittamento è dovuto a ragioni politiche: i vertici dei due gruppi parlamentari stellati hanno deciso di attendere la direzione del Partito democratico, in programma domani pomeriggio, in modo da concentrare la discussione sulle iniziative politiche legate alla crisi di governo e alla richiesta, già annunciata da Beppe Grillo e dai suoi, di andare a elezioni anticipate.

La scelta, secondo quanto raccontano fonti parlamentari M5s, dovrebbe consentire di accantonare definitivamente anche l'ipotesi di una discussione sul caso delle firme false per le elezioni comunali del 2012 su cui indaga la Procura di Palermo. La richiesta era stata avanzata dai tre deputati indagati e per questo sospesi dai probiviri del Movimento: Riccardo Nuti, Claudia Mannino, Giulia Di Vita. I tre, dopo la scelta di avvalersi della facoltà di non rispondere davanti ai magistrati inquirenti, sono considerati ormai "indifendibili" anche da quanti, fra i loro colleghi, in un primo momento erano orientati a tenerli dentro il gruppo parlamentare.

A questo punto, spiegano a Montecitorio, potrebbe essere il direttivo del gruppo parlamentare a metterli fuori senza ulteriori passaggi politici. Dei tre, solo Claudia Mannino ha un incarico parlamentare di legislatura: è deputata segretaria, componente dell'ufficio di presidenza della Camera.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Indifendibili": il Movimento 5 Stelle silura Mannino, Di Vita e Nuti

PalermoToday è in caricamento