Nuova ordinanza movida di Orlando, Un'Altra Italia-Sicilia difende gli imprenditori

"Dimezzare non è sinonimo di ripartire"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

La dirigenza di Un'Altra Italia-Sicilia si scaglia contro l'ordinanza di Orlando: "E' inaccettabile un'ordinanza del genere - commenta il coordinatore regionale Aleandro Romeo - che mette ancora di più in ginocchio gli imprenditori che vedranno dimezzati i loro introiti". A lui si uniscono il coordinatore provinciale Leonardo Cristian Galatolo e il coordinatore cittadino Salvatore Abbate, secondo i quali "Vietare la vendita di alcolici d’asporto dopo le 20 è improponibile, soprattutto adesso che la città può e deve ripartire senza lasciare nessuno indietro." La dirigenza tutta esprime massima solidarietà ai locali che dopo questa ordinanza rischiano ancor di più la chiusura.

Torna su
PalermoToday è in caricamento