Politica

Politica a lutto, è morto Nicola Cipolla: storico sindacalista e senatore Pci

Aveva 95 anni. Nel '44 riaprì la Camera del Lavoro di Palermo assieme al segretario generale Cesare Sessa. Protagonista delle lotte contadine del '49-'50 nel Corleonese assieme a Pio La Torre

Nicola Cipolla

È morto a 95 anni l'ex senatore del Pci Nicola Cipolla. Dopo la caduta del fascismo, aderì al Partito socialista e fu tra i fondatori del "Fronte del lavoro". Sindacalista impegnato, nel '44 riaprì la Camera del Lavoro di Palermo assieme al segretario generale Cesare Sessa. Dopo lo scontro con il sindaco socialista Rocco Gullo e all'interno del Psi Cipolla aderì al Pci. Protagonista delle lotte contadine del '49-'50 nel Corleonese assieme a Pio La Torre fu anche deputato regionale e fondò il Cepes (Centro studi di politica economica in Sicilia).

 "Apprendo con dolore e grande tristezza della scomparsa di Nicola Cipolla, tra i più importanti protagonisti della vita sindacale, politica e parlamentare siciliana. Nicola - dice il sindaco Leoluca Orlando - ha profuso in tanti anni di importanti battaglie un instancabile impegno come sindacalista e come politico, ma soprattutto ha trasmesso grande entusiasmo, frutto di singolari energia e lucidità. Dai diritti dei lavoratori alla tutela dell'ambiente, dalla difesa della Costituzione democratica e antifascista alla tutela dei beni comuni, Nicola è sempre stato per tanti di noi e per tanti giovani una fonte di ispirazione e slancio. La sua città adottiva ne sentirà la mancanza".

I funerali di Cipolla si terranno martedì. Da domani a mezzogiorno, alla Cgil, sarà allestita la camera ardente, nel saloncino intitolato a Giuseppe Garibaldi Bosco, al primo piano della sede della Camera del Lavoro, in via Meli 5.

"Apprendiamo con enorme dolore la notizia della morte del compagno Nicola Cipolla, figura storia del movimento operaio della nostra terra - si legge in una nota della Federazione di Palermo di Rifondazione Comunista - . Nicola era un padre nobile della sinistra siciliana,protagonista di grandi lotte di massa, tra cui la battaglia per l'occupazione delle terre nel dopoguerra e la difesa dei beni comuni. Intellettuale vero dotato di grande lucidità, ha dedicato gli ultimi anni della sua militanza nel coniugare le tematiche sociali con quelle ecologiste e pacifiste, convinto della necessità di una sinistra rosso-verde e di un nuovo modello di sviluppo quale unica vera alternativa al neoliberismo ed alle guerre. Lascia un vuoto profondo in tutte/i noi. Nell'esprimere le nostre più sincere condoglianze alla sua famiglia, affermiamo che per noi è stato un grande onore aver condiviso con lui tanti anni di militanza e tante battaglie".

Arci Sicilia ricorda Cipolla "sempre in prima fila nelle battaglie per la smilitarizzazione, la riconversione ecologica, le lotte per l'acqua pubblica, la difesa dei diritti di cittadinanza fino alla recente battaglia vinta sul referendum in difesa della Costituzione.
Fino alla fine ha manifestato con convinzione la necessità di un ulteriore impegno per la riconversione a fini civili dell'aeroporto di Sigonella e per la dismissione del Muos di Niscemi. Continueremo a pensarlo con profondo affetto e ricoscenza per il patrimonio valoriale che lascia alla nostra associazione, a Palermo e al popolo della sinistra diffusa. Un fortissimo abbraccio ai figli Giuseppe, Ettore e Gaetano, ai suoi adorati nipoti e a tutti i familiari".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Politica a lutto, è morto Nicola Cipolla: storico sindacalista e senatore Pci

PalermoToday è in caricamento