Giovedì, 5 Agosto 2021
Politica

Addio a Guglielmo Serio, papà della Gesip e commissario tra le ere Orlando e Cammarata

L'ex magistrato fu commissario straordinario del Comune tra il 2000 e il 2001, dopo le dimissioni del Professore. Aveva 90 anni. Era stato a lungo anche presidente del Tar siciliano

Guglielmo Serio

E' morto Guglielmo Serio, ex magistrato e commissario straordinario del Comune tra il 2000 e il 2001. Aveva 90 anni. Una lunga carriera, Serio è stato anche presidente del Tar siciliano per più di 10 anni e del Consiglio di giustizia amministrativa, oltre che presidente onorario del Cga e in sella alla Commissione tributaria di Palermo. Magistrato ordinario ed amministrativo, era stato anche docente universitario di Diritto fallimentare e presidente della quinta sezione del Consiglio di Stato. 

Nato a Palermo nel giugno del 1928, nella zona di via Dante, si laureò in Diritto civile, 110 e lode. Diventò una figura nota in città nel dicembre del 2000, a 72 anni, quando - in seguito alle dimissioni di Leoluca Orlando che correva per le Regionali - la giunta regionale siciliana, approvando la proposta dell'assessore agli enti locali Girolamo Turano, lo nominò commissario del Comune di Palermo. Incarico svolto per quasi un anno, in attesa delle elezioni amministrative che videro trionfare Cammarata.

Della parentesi Serio si ricorda anche la nascita della Gesip, la società a partecipazione comunale creata nel 2001, quando il Comune di Palermo era retto proprio dall'ex magistrato. Serio era tornato sotto i riflettori nel 2012, quando a 84 anni era stato nominato dall'allora presidente della Regione Raffaele Lombardo commissario di Salemi, dopo le dimissioni di Vittorio Sgarbi. 

"Porgo alla famiglia di Guglielmo Serio le condoglianze mie personali e di tutta l'amministrazione comunale", commenta il sindaco Orlando.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio a Guglielmo Serio, papà della Gesip e commissario tra le ere Orlando e Cammarata

PalermoToday è in caricamento