Mobilità, Spallitta: "L'assemblea del sindaco è stata un flop"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

"L’assemblea cittadina indetta dal sindaco per parlare di mobilità urbana a Palermo è stata un flop che ha registrato la quasi totale assenza dei cittadini. I pochi partecipanti erano perlopiù dipendenti del Comune o politici della maggioranza. Il sindaco dovrebbe riflettere sul fatto che per le questioni relative alla mobilità ha perso ogni forma di consenso ed evidentemente, se sono stati così pochi i partecipanti, vuol dire che nessuno ripone più fiducia nelle sue dichiarazioni e nelle sue scelte". Lo dice il vicepresidente vicario del Consiglio comunale, Nadia Spallitta.

"Credo - aggiunge - che la questione Ztl, così per come è stata proposta (ovvero come una tassa surrettizia) debba essere archiviata, mentre invece si dovrebbero avviare politiche di contenimento dell’inquinamento che passano soprattutto dallo stop alla cementificazione. Questa Amministrazione ha votato diverse varianti urbanistiche, tre lottizzazioni e un piano commerciale-industriale con nuove edificazioni. Adesso propone di ridurre i campetti di calcio per fare alloggi  (si veda la “vicenda Fazzino”) e vuole creare un cimitero a Ciaculli. Avendo a cuore la salute degli abitanti l’unica cosa da fare sarebbe quella di potenziare effettivamente il trasporto pubblico (ultimamente sono state soppresse circa 32 corse), istituire il biglietto unico per agevolare gli utenti e soprattuto ripristinare il verde (alberi, giardini e parchi) di cui la città ha bisogno".

Torna su
PalermoToday è in caricamento