Migranti, Orlando: "Se Salvini dice 'me ne frego' cittadini impediscano colpo di Stato"

Il sindaco interviene sulla vicenda dei naufraghi salvati dalla Open Arms, attaccando il ministro dell'Interno: "Gli organi del nostro Stato repubblicano siano vigili di fronte alle ripetute 'rotture' della Carta costituzionale"

"Se un ministro della Repubblica risponde con un sostanziale 'me ne frego' ai provvedimenti della magistratura e alle lettere del presidente del Consiglio, è un fatto gravissimo. Se a farlo è il ministro dell'Interno, spetta ai cittadini democratici, ai corpi del nostro Stato repubblicano, agli organi parlamentari e costituzionali di garanzia impedire che le ripetute 'rotture' della Carta costituzionale assumano i tratti di un colpo di Stato ad opera di chi che ha espressamente dichiarato volere 'pieni poteri'". Lo ha scritto su Facebook il sindaco, Leoluca Orlando, commentando l'evoluzione della vicenda dei naufraghi salvati dalla Open Arms.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scene da far west ai Danisinni, sparatoria in strada: tre feriti, coinvolta una ragazza

  • "Battute sui siciliani": milanese cacciato da un b&b in centro

  • La mafia imponeva i suoi buttafuori nei locali notturni: scattano 11 arresti

  • Suicidio in carcere, detenuto palermitano di 20 anni si toglie la vita

  • I boss decidevano i buttafuori dei locali: ecco i nomi di tutti gli arrestati

  • Precipita da una balconata: grave giovane palermitano

Torna su
PalermoToday è in caricamento