Affondo di Miccichè contro Salvini: "I leghisti ci vogliono soltanto ammazzare"

Il presidente dell'Ars e commissario regionale di Forza Italia, Gianfranco Miccichè, in un post su Facebook torna a criticare l'operato del leader della Lega e ministro dell'Interno

Gianfranco Miccichè

"Siamo siciliani. L’orgoglio di essere siciliani dobbiamo ricordarcelo anche quando andiamo a votare. Andare a votare uno che ci ha offeso per tutta la vita (Salvini ndr), soltanto perché viene a dirci che ci vuole bene, non è possibile. Scordiamocelo, perché i leghisti ci vogliono soltanto ammazzare". A parlare è il commissario regionale di Forza Italia e presidente dell'Ars, Gianfranco Miccichè, nel corso di un comizio a Favignana e poi rilanciato tramite Facebook.   

Non è la prima volta che il forzista attacca senza mezze misure il leader della Lega. L'ultima occasione di scontro, in termini di tempo, a fine aprile quando parlando dei due vicepremier ha usato l'espressione "due coglioni che camminano sempre in coppia..."

Miccichè ha poi affrontato la questione "quote tonno" definendo "illegittimo" il decreto firmato dal sottosegretario. "Le quote tonno sottratte a Favignana - ha detto - sono frutto di una scelta esclusivamente politica della Lega di Salvini perchè persino l'ufficio tecnico del Ministero si era rifiutato di firmarlo. Consiglio alla ditta Castiglione di ricorrere al Tar".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scene da far west ai Danisinni, sparatoria in strada: tre feriti, coinvolta una ragazza

  • "Battute sui siciliani": milanese cacciato da un b&b in centro

  • La mafia imponeva i suoi buttafuori nei locali notturni: scattano 11 arresti

  • Suicidio in carcere, detenuto palermitano di 20 anni si toglie la vita

  • I boss decidevano i buttafuori dei locali: ecco i nomi di tutti gli arrestati

  • Precipita da una balconata: grave giovane palermitano

Torna su
PalermoToday è in caricamento