menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Matteo Salvini in città, giovani occupano la Cattedrale: "Itivinni in Padania"

Constestata la visita del leader della Lega che dopo aver deposto una corona di fiori sulla tomba di Federico II farà tappa al santuario di Santa Rosalia

Un centinaio di giovani con uno striscione dall'esplicito messaggio "La Sicilia ai siciliani- Itivinni in Padania" sta assediando la Cattedrale dove in mattinata è atteso Matteo Salvini. Sono quindi già iniziate le contestazioni contro il leader della Lega, atteso insieme al segretario nazionale del movimento Noi con Salvini Angelo Attaguile.  

Giovani sgomberati con la forza | VIDEO

Il programma del tour in città prevedere la visita alla Cattedrale dove i due leader deporranno una corona di fiori sulla tomba di Federico II. Poi tappa al santuario di Santa Rosalia a Monte Pellegrino. Nel pomeriggio Salvini parteciperà ad un convegno all'Astoria Palace organizzato dal deputato nazionale Alessandro Pagano e di sera prenderà parte, assieme al segretario nazionale, Angelo Attaguile, alla festa di Natale con i militanti e i sostenitori del movimento 'Noi con Salvini'.

Salvini visita la Cattedrale, fischi e cori contro il leader della Lega

Dopo il successo del No al referendum il leader leghista tenta infatti di riprendere il filo del suo progetto politico che guarda al Sud come terreno di un suo possibile radicamento, inizito lo scorso anno con un tour in giro per il meridione e la Sicilia.

"La nostra è una terra dalle svariate emergenze - dichiarano i giovani che stanno protestando - e che vede il continuo disinteresse della casta politica, una terra che necessita di fondi per il suo miglioramento e che vede il loro dirottamento verso il Nord. Salvini vuol andare alle urne e afferma di avere un progetto per far risorgere la Sicilia, ma l'unico suo fine è quello di continuare a umiliare la nostra terra e il nostro popolo, di sfruttare i suoi abitanti per portare avanti i suoi interessi politici. Siamo ancora una volta pronti a ricordare a lui e ai suoi referenti locali che altro non sono che dei traditori che a Palermo non c'è posto per lui, che la Sicilia è dei siciliani". 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento